Carrello 0
Triennale XXI: Domus con Assolombarda per 'Arch And Art'
EVENTI

Triennale XXI: Domus con Assolombarda per 'Arch And Art'

di Valentina Ieva

Un progetto inedito con 10 maestri dell’architettura e dell’arte contemporanea

15/04/2016 - Dieci maestri, 5 padiglioni architettonici custodi di 5 lavori d’arte: è il progetto inedito 'Arch And Art' in mostra fino al 12 settembre 2016 all’interno dei Giardini della Triennale di Milano

Si tratta della mostra di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, realizzato e curato da Domus e prodotto in collaborazione con La Triennale di Milano, in occasione della XXI Esposizione Internazionale.

Citando Joseph Beuys mi piace immaginare Arch and Art come una vera e propria azione in difesa dell’uomo, dove architetti e artisti hanno realizzato insieme uno spazio di libertà in cui le discipline si incontrano e si confrontano di nuovo” ha spiegato Nicola Di Battista, Direttore di Domus, ideatore e curatore del progetto.

Arch and Art nasce con l’obiettivo di ricongiungere appunto per unire due mondi che si sono allontanati sempre di più: architettura e arte. Domus ha pensato ad un’opera collaborativa, in cui il contenitore nasce con il contenuto: David Chipperfield e Michelangelo Pistoletto; Michele De Lucchi ed Enzo Cucchi; Hans Kollhoff e Mimmo Paladino; Eduardo Souto de Moura e Jannis Kounellis; Francesco Venezia ed Ettore Spalletti. Questi dieci maestri hanno progettato, a due a due, 5 padiglioni architettonici contenenti ciascuno un’opera d’arte. 

Tra questi il padiglione di Michele De Lucchi è un “camino” che accoglie quattro terrecotte di Enzo Cucchi: "Non è possibile continuare a riempire il pianeta di edifici eterni e non è possibile costruire solo edifici effimeri e riempire di detriti il fondo degli oceani - afferma l'architetto di Ferrara - È necessario concedere ad ogni epoca la libertà di espressione ed è necessario predisporre atteggiamenti responsabili sull'uso delle risorse. I camini d'aria hanno qualcosa di magico.
É facile pensare che l'aria calda sale ma è sempre una sorpresa sentire il venticello che si crea e che sale per l'induzione. È un effetto così semplice, piacevole e naturale che fa pensare che si possa veramente godere di tutte le meraviglie della natura senza imporre atti di forza presuntuosi e alla fine costosi e inefficienti. 


Tutti i visitatori della XXI Triennale potranno toccare con mano delle opere uniche nel loro genere e realizzate su misura, un
dono che gli architetti e gli artisti oggi fanno a Milano, alla stessa stregua della più classica delle iconografie storiche che raffigurava santi che portavano sul palmo della mano le città in dono ai cittadini.


 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa