Carrello 0
Al via la 15. Mostra Internazionale di Architettura con la 'vernice'
ARCHITETTURA

Al via la 15. Mostra Internazionale di Architettura con la 'vernice'

di Valentina Ieva

Un tema che sfida il futuro, 88 partecipanti da 37 Paesi, 33 architetti under 40

26/05/2016 - Oggi Alejandro Aravena presenta alla stampa la 15. Mostra Internazionale di Architettura dal titolo REPORTING FROM THE FRONT, tema che sfida il futuro, con 88 partecipanti provenienti da 37 Paesi, di cui 33 architetti under 40. Alla vernice di oggi e domani seguirà la cerimonia di premiazione e di apertura al pubblico sabato 28 maggio 2016.
 
La Mostra sarà affiancata da 64 Partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia. 5 i paesi presenti per la prima volta: Filippine, Kazakistan, Nigeria, Seychelles e Yemen. Il Padiglione Italia alle Tese delle Vergini in Arsenale, sostenuto e promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane, è stato affidato alla curatela di TAMassociati: Massimo Lepore, Raul Pantaleo, Simone Sfriso.
 
"Presentare l’architettura in azione è anche una risposta alla permanente domanda che la Biennale si pone. Cos’è una mostra di architettura? – si chiede il Presidente della Bienna di Venezia Paolo Baratta - E cosa deve essere una Biennale di Architettura? Nella Biennale Arte, di cui quella di Architettura è figlia, le opere sono qui di fronte al visitatore; per la mostra di architettura le opere sono altrove. Che cosa deve rappresentarsi qui? È di fatto una ricerca continua".

"Siamo convinti che l’avanzamento dell’architettura non sia un obiettivo in sé, ma un mezzo per migliorare la qualità di vita delle persone.
- dichiara Aravena - Dato che la vita oscilla tra le necessità fisiche più essenziali e le dimensioni più immateriali della condizione umana, ne consegue che l’impegno per migliorare la qualità dell’ambiente edificato deve agire su molti fronti: dalla garanzia di standard di vita molto pratici e concreti, all’interpretazione e alla soddisfazione dei desideri umani, dal rispetto dell’individuo alla cura del bene comune, dall’efficienza nell’accogliere le attività quotidiane all’espansione dei confini della civiltà". 

"REPORTING FROM THE FRONT propone dunque di condividere con un pubblico più ampio, il lavoro delle persone che scrutano l’orizzonte alla ricerca di nuovi ambiti di azione, affrontando temi quali la segregazione, le disuguaglianze, le periferie, l’accesso a strutture igienico-sanitarie, i disastri naturali, la carenza di alloggi, la migrazione, l’informalità, la criminalità, il traffico, lo spreco, l’inquinamento e la partecipazione delle comunità". 

Tre i Progetti Speciali:
- l’esposizione curata dall’architetto Stefano Recalcati, dal titolo Reporting from Marghera and Other Waterfronts, analizzerà nella sede espositiva di Forte Marghera (Mestre, Venezia) progetti rilevanti di rigenerazione urbana di porti industriali, per una riflessione sulla riconversione produttiva di Porto Marghera.
 
- La prima collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra, che vede la sua realizzazione nel padiglione delle arti applicate alle Sale d’Armi dell’Arsenale, con il titolo A World of Fragile Parts, a cura di Brendan Cormier.
 
- L'allestimento, sempre alle Sale d’Armi, di un padiglione dedicato ai temi dell’urbanizzazione – Report from Cities: Conflicts of an Urban Age - con particolare attenzione al rapporto tra spazi pubblici e spazi privati, curato da Ricky Burdett. Progetto nell'ambito del programma Urban Age, organizzato congiuntamente dalla London School of Economics e dalla Alfred Herrhausen Society, 

Per tutta la durata della Biennale Architettura 2016, fino a domenica 27 novembre, ritornano i Sabati dell’Architettura con gli architetti e i protagonisti della Mostra Internazionale curata da Aravena, previsti ogni ultimo weekend del mese. 

Per il settimo anno consecutivo si riconferma il progetto Biennale Sessions, rivolto alle istituzioni operanti nella ricerca e nella formazione nel campo dell’architettura, delle arti e nei campi affini, Università e Accademie. L'obiettivo è quello di offrire una facilitazione a visite di tre giorni da loro organizzate per gruppi di almeno 50 tra studenti e docenti, con vitto a prezzo di favore, la possibilità di organizzare seminari in luoghi di mostra offerti gratuitamente, assistenza all'organizzazione del viaggio e soggiorno. 

"Dobbiamo parlare al pubblico, a tutti i possibili agenti responsabili delle decisioni e delle azioni con le quali si realizza lo spazio del nostro vivere singolarmente e come comunità. Se l’Architettura è la più politica delle arti – conclude Baratta - la Biennale di Architettura non può che riconoscerlo".
 
Sabato 28 maggio 2016 a Ca’ Giustinian la Giuria, composta da Pippo Ciorra, Sergio Fajardo, Marisa Moreira Salles, Hashim Sarkis, Karen Stein, assegnerà i seguenti premi ufficiali:
·  Leone d’oro per la miglior Partecipazione Nazionale
·  Leone d’oro per il miglior partecipante alla Mostra Internazionale REPORTING FROM THE FRONT
·  Leone d’argento per un promettente giovane partecipante alla Mostra Internazionale REPORTING FROM THE FRONT
 
La Giuria avrà anche la possibilità di assegnare:
·  un massimo di una menzione speciale alle Partecipazioni Nazionali
·  un massimo di due menzioni speciali ai partecipanti alla Mostra Internazionale REPORTING FROM THE FRONT
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati