Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Al via Edilportale Live Talk, la nuova serie sulle novità tecnologiche per l’abitare
RISPARMIO ENERGETICO Al via Edilportale Live Talk, la nuova serie sulle novità tecnologiche per l’abitare
AZIENDE

Stazione Ferroviaria Roma Termini: al gate installate le innovative barriere Betafence

Publifor®, il sistema modulare brevettato più utilizzato in Italia per la sicurezza di aree ad alta frequentazione, è stato scelto per l’area di accesso ai binari della nevralgica stazione romana

Commenti 2906
18/05/2016 - È il primario scalo nazionale dove si stima che transitino mezzo milione di persone ogni giorno: è la stazione ferroviaria di Roma Termini che oggi può garantire un maggior livello di sicurezza grazie ad apposite barriere installate nell’area di accesso ai treni. L’intervento Betafence è stato richiesto per rinforzare i varchi di accesso ai binari ad oggi presenti in linea con le tendenze dei maggiori aeroporti italiani.
 
Il nuovo sistema di filtraggio consente un preventivo controllo del biglietto dei passeggeri da parte di addetti alla sicurezza, in modo da meglio proteggerne l’incolumità e prevenire inoltre i fenomeni di evasione, accattonaggio, attività illecite e vendite abusive nell’area adiacente e a bordo dei treni.
 
Obiettivo sensibile per eventuali attentati terroristici, l’area ha richiesto un rafforzamento della sicurezza soprattutto in previsione dei numerosi pellegrini attesi nel corso dell’anno a Roma durante il Giubileo. Per realizzare il filtraggio, sono stati scelti i robusti moduli Publifor®, una soluzione brevettata da Betafence, leader mondiale nei sistemi di recinzione e nell’alta sicurezza. Ogni modulo è costituito da un basamento in metallo zincato e rivestito in poliestere con riempimento in calcestruzzo su cui è montato un resistente pannello in policarbonato.
 
Antiurto e durevole nel tempo, questo materiale consente la massima visibilità per le intrinseche doti di trasparenza, per un controllo maggiore delle forze dell’ordine. Grazie inoltre al minor impatto visivo, preserva l’estetica del luogo. La versione modificata, che vede appunto il pannello superiore in policarbonato invece che in acciaio, è stata sviluppata appositamente per il progetto di Ferrovie dello Stato Italiane. Indipendente ed autoportante, Publifor® ha consentito un’installazione rapida,  tramite un semplice carrello elevatore.
 
Focus Publifor®: sistema di recinzione brevettato e progettato per la protezione di obiettivi sensibili e persone
In risposta alla necessità di rafforzare le misure di sicurezza delle aree urbane a rischio, Betafence propone una soluzione brevettata ad alte prestazioni: Publifor®, il sistema modulare più utilizzato in Italia per la sicurezza di aree ad alta frequentazione. Publifor® consente di innalzare il livello di protezione dei siti sensibili, rafforzando il controllo del territorio e incrementando la sicurezza delle persone.
 
L’innovativo sistema antisfondamento è stato ideato per il controllo folle e accessi, fungendo da barriera frangifolla antipanico e preselettore di flussi. Indicato per la protezione di persone e obiettivi sensibili: dalle stazioni ferroviarie, agli edifici governativi, ai i monumenti. Anche nel corso di eventi e manifestazioni.
 
Ogni modulo è estremamente robusto e durevole perché costituito da basamento in metallo zincato rivestito in poliestere, con riempimento in calcestruzzo e rigido pannello in acciaio. Anti-scavalcamento e ignifugo, è integrabile con sistemi anti-intrusione. La nuova versione con pannello in policarbonato è disponibile anche in variante anti-proiettile. Indipendente ed autoportante, consente installazione e rimozione rapide, tramite carrello elevatore.
 
Publifor® è stato progettato, sviluppato e brevettato in Italia da Betafence ed è stato sottoposto a severi test presso l’innovativo campo prove presente nello stabilimento italiano di Tortoreto (TE).

BETAFENCE ITALIA su Edilportale.com
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui