Carrello 0
AZIENDE

Wedi: il benessere è di casa

23/05/2016 - Le soluzioni Wedi permettono di trasformare l’angolo doccia installando facilmente sia il piatto con scarico pre-montato che pareti in cui ricavare comode nicchie d'appoggio o sedute per poi rivestire il tutto in mosaico, piastrelle o altri materiali.

Un’idea semplice, perfetta per le ristrutturazioni perché pensata per adattarsi a spazi di ogni dimensione. In questo modo anche il secondo bagno di casa puoÌ? trasformarsi in una mini SPA.

Completamente prefabbricati in schiuma rigida di polistirene estruso, un materiale impermeabile ma robusto e super-leggero, i pannelli così come le nicchie e le sedute possono anche essere disegnati su misura oppure scelti dal catalogo Wedi. Sono ad esempio disponibili nicchie da 20x40 o 30x60 cm e come le sedute sono piuttosto facili da realizzare specie se le pareti divisorie sono inserite su strutture a montanti.
A parte le panche angolari le altre tipologie possono ospitare il pratico scarico a parete Wedi Fundo Riolito Discreto.

Gli idraulici che scelgono Wedi possono realizzare in autonomia anche progetti complessi senza costosi e problematici interventi murari, predisponendo il lavoro del piastrellista e abbattendo notevolmente tempi e rischi del cantiere.  

L'estrema leggerezza dei materiali facilita il trasporto e sveltisce la posa, ma soprattutto non crea problemi rispetto alla portata del pavimento, specie in ambito di ristrutturazioni. La flessibilità dei materiali li rende antisismici e sono inoltre perfettamente coibentati, termoisolanti e fonoassorbenti. Una sicurezza per il committente...ma anche per l’installatore e per chi firma il progetto. Anche per questo la garanzia di 10 anni su ogni prodotto Wedi eÌ? certamente un plus che migliora ulteriormente il rapporto costi/benefici. 

Wedi Italia su Edilportale.com
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: la domanda Partecipa