Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sottotetto trasformato in abitazione, quali bonus spettano in condominio
RISTRUTTURAZIONE Sottotetto trasformato in abitazione, quali bonus spettano in condominio
FINANZIAMENTI

Super ammortamenti sui beni strumentali: la guida delle Entrate

di Alessandra Marra

L’Agenzia chiarisce che la maggiorazione del 40% spetta anche per l’acquisto di beni tramite leasing

Vedi Aggiornamento del 10/01/2018
Commenti 12267
30/05/2016 – L’Agenzia delle Entrate spiega come usufruire dell’agevolazione che prevede l’incremento del 40% del costo fiscale di beni materiali acquistati nel periodo dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016.
 
E’ stata pubblicata infatti la circolare 23/E che illustra, anche tramite esempi, le modalità di calcolo del maggiore ammortamento deducibile e chiarisce alcuni casi particolari, ad esempio come trattare i beni acquisiti con contratto di leasing e quelli realizzati in economia.
 

Superammortamenti: i beni che rientrano nell’agevolazione

L’Agenzia chiarisce che “la maggiorazione del 40% riguarda solo i beni “materiali” e, di conseguenza, non può spettare per beni immateriali. Il riferimento della norma ai beni “strumentali” comporta che i beni oggetto di investimento devono caratterizzarsi per il requisito della “strumentalità” rispetto all’attività esercitata dall’impresa beneficiaria della maggiorazione”.
 
Inoltre è previsto espressamente che la maggiorazione in questione riguardi gli investimenti in beni materiali strumentali “nuovi”; conseguentemente, l’agevolazione non spetta per gli investimenti in beni a qualunque titolo già utilizzati. Rientrano quindi nell’agevolazione tutti gli acquisti di beni materiali nuovi che siano strumentali all’attività d’impresa o professionale.
 
La maggiorazione del 40% riguarda anche i veicoli a motore: sia i mezzi esclusivamente strumentali o adibiti ad uso pubblico, sia quelli dati in uso promiscuo ai dipendenti per la maggior parte del periodo d’imposta, sia, infine, quelli utilizzati per scopi diversi (con deducibilità limitata e limite massimo alla rilevanza del costo di acquisizione).
 
L’Agenzia delle Entrate ritiene che “il beneficio spetti, oltre che per l’acquisto dei beni da terzi, in proprietà o in leasing, anche per la realizzazione degli stessi in economia o mediante contratto di appalto. Rimangono esclusi dal beneficio i beni acquisiti tramite un contratto di locazione operativa o di noleggio.
 

Superammortamenti per beni strumentali: i beneficiari

Possono usufruire del super ammortamento tutti i titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano, e i lavoratori autonomi che svolgano arti o professioni anche in forma associata.
 
L’agevolazione è aperta anche ai contribuenti minimi e a coloro che rientrano nel “regime di vantaggio” per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità, alle stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti e agli enti non commerciali per quanto riguarda l’attività commerciale eventualmente esercitata.
 
Non possono godere dell’agevolazione, invece, le persone fisiche che svolgono attività d’impresa, arti o professioni usufruendo del regime forfetario, visto che nel loro caso il reddito è calcolato applicando un coefficiente di redditività al volume dei ricavi o compensi e non come differenza tra componenti positivi e negativi. 
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui