Carrello 0
URBANISTICA

Urbanpromo, i progetti per Roma, Catania e Bari

di Rossella Calabrese
Commenti 11571

La riqualificazione di una cava, un parco lineare, un grande parco urbano

Vedi Aggiornamento del 11/04/2017
Commenti 11571
18/05/2016 - Urbanpromo, l’evento nazionale organizzato dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit, propone nella sua gallery multimediale realizzata con i progetti degli enti pubblici e privati che partecipano alla manifestazione, una vera e propria vetrina dello stato dell’arte della rigenerazione urbana nel nostro Paese.
 

Centralità di Massimina a Roma

Tra i progetti c’è quello sulla Centralità di Massimina a Roma. È stato presentato da SECI Real Estate e nasce dalla rigenerazione urbana di una cava nella periferia di Roma. Interessa un’area di circa 112 ettari.

Centralità di Massimina a Roma
 
La riqualificazione dell’area è la mission che guida il progetto e tutte le attività ad esso correlate, una riqualificazione non solo funzionale, ma anche sociale: la Centralità andrà a costituirsi come quartiere autonomo dotato di una propria identità grazie alla realizzazione di elementi quali scuole, centro civico, centro sportivo, piscine, parchi verdi.

Centralità di Massimina a Roma 

Inoltre, in risposta ai bisogni dell’intera borgata, sorgerà un centro commerciale innovativo che andrà ad incrementare notevolmente la forza lavoro dell’area. Il nuovo asse sarà ancorato al sistema infrastrutturale della zona, che oltre alle arterie di traffico dell’Aurelia e del GRA e alla nuova bretella di collegamento tra di esse, prevede la realizzazione di una nuova fermata ferroviaria.

Centralità di Massimina a Roma
 

Corso Martiri della Libertà a Catania

Altro importante progetto è il recupero di Corso Martiri della Libertà a Catania. Presentata alla manifestazione da Parsitalia Real Estate e progettata dallo studio “Mario Cucinella Architects” la riqualificazione dell’area aprirà un nuovo scenario per Catania, che proprio in quell’area vive da molti decenni una continua de-generazione urbana.

Corso Martiri della Libertà a Catania 

È necessario vedere l’intervento come l’inizio di un percorso di recupero urbano che vede per la prima volta la possibilità di estendere la città fino al mare. Occasione che aprirebbe uno scenario straordinario di ‘conquista’ del mare attraverso la realizzazione di un grande spazio pubblico, un parco lineare che congiungerebbe il cuore della città alla costa. Il progetto prevede la creazione di un ampio boulevard pedonale, un corridoio alberato che ricalcando il tracciato della metropolitana in costruzione al di sotto dell’area di progetto, ne articola la struttura.

Corso Martiri della Libertà a Catania
 
Attorno al boulevard, una serie di funzioni estremamente variegate animano i volumi di progetto, che compongono un articolato sistema di logge e terrazze senza soluzione di continuità con lo spazio pubblico. Edifici e boulevard si fondono in un unico grande giardino, pensato per rigenerare il tessuto urbano al suo intorno con la qualità dei suoi spazi collettivi. Quella che ad oggi viene vissuta dalla cittadinanza come una cesura profonda all’interno del tessuto urbano, diventa uno spazio passante e permeabile, contribuendo a ricollegare l’elegante centro barocco della città, con la stazione ferroviaria ed il porto.

Corso Martiri della Libertà a Catania
 

Ex caserma Rossani a Bari

Da segnalare, inoltre, il caso dell’ex caserma Rossani a Bari, che occupa un’area di circa 8 ettari nel cuore della città consolidata, nei pressi della stazione centrale. Estensione, localizzazione, valore storico-architettonico e paesaggistico ne fanno un nodo strategico per operazioni di riqualificazione di valenza sovralocale, riferite alla città metropolitana e all’intera regione; allo stesso tempo, la ex caserma è un luogo ricco di verde, spazio ideale di aggregazione per i cittadini, in grado di assicurare maggiore vivibilità al quartiere e all’intera città.

Ex caserma Rossani a Bari
 
La strategia di rigenerazione mira a trasformare l’area in un grande parco urbano dove coesistano attività sociali, culturali, ludico-ricreative, sportive, attraverso un percorso progettuale che vede il coinvolgimento dei cittadini e delle tante associazioni che, nel corso degli anni, si sono battute per restituire alla città questo grande spazio urbano.

Ex caserma Rossani a Bari
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa