Carrello 0
AZIENDE

Il 6° incontro degli ingegneri geotecnici under 35 premia Tecnostrutture

Commenti 1667

Commenti 1667
16/06/2016 - Sono stati 55 i contributi pervenuti e selezionati dal comitato scientifico AGI e che sono stati esposti dagli autori under 35 tra relazioni e poster scientifici. Tra questi anche quello di Tecnostrutture, Arup, Metro C ed altre importanti realtà industriali ed accademiche.
Ad aggiudicarsi il premio per la sessione “aspetti progettuali, costruttivi e tecnologici”, nella prima giornata dedicata all’ingegneria geotecnica a servizio delle grandi opere è l’ing. Alessandro Pieretto di Tecnostrutture con una relazione scritta assieme all’ing. Stefano China di Tecnostrutture su “TOP DOWN NPS®, una tecnologia all’avanguardia per affrontare le problematiche di cantiere, illustrata in due casi studio”. Esposte le fasi del top down applicato ad alcune stazioni della linea metropolitana C di Roma e spiegata la realizzazione top down del parcheggio interrato di piazza SS. Apostoli a Verona.

Vincitore della sessione “prestazioni di opere geotecniche” è Nicolò Spezia dell’Università di Padova con un intervento su Numerical simulations of non – linear coupled geomechanical problems”.La presentazione propone una simulazione numerica che tiene conto del comportamento non lineare del terreno.
Gli altri premiati sono Caterina Toraldo (sessione “interventi di miglioramento e rinforzo “); Anna Chiaradonna; Stefania Fabozzi, Daniela Tonoli (sessione “geotecnica sismica e stabilità dei pendii”).

L’Incontro annuale dei Giovani Ingegneri Geotecnici (IAGIG) si rivolge principalmente a tutti i giovani ingegneri interessati alle problematiche geotecniche, operanti sia in ambito professionale (liberi professionisti, dipendenti di enti pubblici o di imprese, collaboratori presso studi professionali, giovani imprenditori del settore) sia nel contesto accademico (studenti di dottorato, dottori di ricerca, assegnisti e ricercatori).

Diverse le partecipazioni anche dall’estero. Un aspetto, quello dell’internazionalizzazione dell’appuntamento, che è stato sottolineato anche dal referente del comitato organizzatore IAGIG l’ing. Giuseppe Maria Gaspari, che lavora in Canada: «L’aspetto internazionale è un valore aggiunto dello IAGIG. Sono molti gli ingegneri geotecnici under 35 che lavorano all’estero e che ogni anno rientrano in Italia appositamente per questo incontro. Uno scambio di sapere reciproco con i giovani colleghi che lavorano e fanno Ricerca in Italia per condividere conoscenze e nuove tecnologie. E’ questa l’anima dell’appuntamento che non dimentica di guardare a chi, meno giovane, ha però più esperienza “e conosce la strada” e sa guidarci nello scegliere i migliori progetti ricerca, le migliori soluzioni tecniche nella progettazione e in cantiere».

Tecnostrutture su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Il programma del Governo Conte bis. Come realizzarlo? Partecipa