Carrello 0
FINANZIAMENTI

Impianti sportivi, 160 milioni di euro per mutui ai Comuni

Commenti 23424

Domani la firma dell’Accordo tra Anci e Istituto Credito Sportivo per mutui a tasso zero e agevolato

Vedi Aggiornamento del 05/10/2016
Commenti 23424
13/07/2016 - 160 milioni di euro per contribuire al rilancio dell’economia, destinati ai Comuni e alle Unioni dei Comuni che intendano realizzare nel proprio territorio interventi di impiantistica sportiva.
 
Queste le principali finalità del protocollo d’intesa che ANCI e Istituto del Credito Sportivo (ICS) firmeranno domani 14 luglio presso la sede dell’ANCI.
 
Le somme saranno utilizzate per mutui a tasso zero e mutui a tasso agevolato finalizzati a: costruzione, ampliamento, attrezzature, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, comprese le piste ciclabili e l'acquisizione delle aree e degli immobili relativi all’attività sportiva.
 
Sarà possibile ottenere anche mutui a tassi competitivi per interventi su luoghi ed immobili destinati ad attività culturali o strumentali ad esse.
 
Le somme stanziate dal protocollo inoltre, potranno essere utilizzate anche per il finanziamento dei progetti di cui al bando per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie.
 
I contenuti del protocollo saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 12.30, presso la Sala della Presidenza ANCI in Via dei Prefetti 46 a Roma, alla quale parteciperanno il Presidente dell’ANCI, Piero Fassino, il Commissario Straordinario del Credito Sportivo, Paolo D’Alessio, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, il Capo Dipartimento per gli Affari Regionali, le Autonomie e lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Antonio Naddeo e il Vicepresidente dell’ANCI, Roberto Pella.
 
Fonte: ANCI
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Cosa è cambiato con il decreto SCIA 2? Rispondi al quiz! Partecipa