Carrello 0
MERCATI

Rating di legalità, nel 2016 le imprese con le ‘stellette’ aumentano del 39%

di Paola Mammarella
Commenti 4417

L’Antitrust registra un boom di richieste. Il Governo dichiara di voler collaborare solo con aziende virtuose

Vedi Aggiornamento del 31/05/2018
Commenti 4417
27/09/2016 – Aumentano le imprese interessate ad ottenere il rating di legalità. È quanto emerge dai dati diffusi dall’Autorità Garante della Concorrenza e del mercato, ente che valuta le domande delle imprese e rilascia le stellette.
 
Nei primi otto mesi del 2016, sono 616 le imprese che hanno ottenuto il rating di legalità. Rispetto al 2015 c’è stato un aumento delle richieste del 30,9% e delle attribuzioni del 39%. Sono inoltre aumentati i casi di conferma (+311,1%) e di incremento del punteggio (+155%).
 
Dopo i controlli dell’Antitrust, sono state invece bocciate 28 imprese, ritenute non idonee. In tre casi è stato revocato il “bollino” che attesta il comportamento virtuoso.
 

Rating di legalità, perché cresce l’interesse

Ottenere le “stellette”, cioè l’attestazione del rispetto di tutte le norme sulla legalità, i pagamenti tracciabili e la regolarità contributiva, dà una corsia preferenziale negli appalti e nell’accesso ai finanziamenti pubblici.
 
Ma non solo. Nei giorni scorsi il Governo ha affermato che alla ricostruzione post sisma lavoreranno solo le imprese rientranti in una “lista di merito”.
 
Le imprese sono quindi sempre più interessate a risultare virtuose e ad ottenere un punteggio elevato.
 

Rating di legalità, regole più severe

Ricordiamo che con la delibera 26166/2016 dell’Antitrust le regole per ottenere il rating di legalità sono diventate più stringenti.
 
Il rating di legalità può essere richiesto dalle imprese con sede operativa in Italia, un fatturato minimo di due milioni di euro nell’ultimo esercizio chiuso nell’anno precedente alla richiesta di rating e l'iscrizione nel registro delle imprese da almeno due anni.
 
Per ottenere una stelletta, cioè il punteggio base, è necessario che titolari, direttori tecnici e procuratori speciali non abbiano subito misure di prevenzione né condanne. Il punteggio base può essere incrementato secondo dei requisiti aggiuntivi che danno diritto a un +. Il conseguimento di tre + fa ottenere una stelletta aggiuntiva. Il punteggio massimo è pari a tre stellette.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Il programma del Governo Conte bis. Come realizzarlo? Partecipa