Carrello 0
AMBIENTE

Bando Case Cantoniere, scadenza prorogata al 15 novembre

di Rossella Calabrese

Due settimane in più per trasformare le prime 30 strutture in alberghi, ristoranti e infopoint turistici

Vedi Aggiornamento del 24/07/2017
14/10/2016 - È slittata dal 31 ottobre al 15 novembre 2016 la scadenza del Bando Case Cantoniere che assegna in concessione le prime 30 case cantoniere. Lo ha deciso l’Anas, per rispondere alle numerose richieste di proroga degli imprenditori e per favorirne la massima partecipazione.
 
Il bando per la concessione della gestione e valorizzazione degli immobili, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 15 luglio. L’obiettivo del progetto - frutto della collaborazione tra Anas, Ministero per i Beni Culturali, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Agenzia del Demanio - è quello di aumentare i servizi al cliente stradale, sviluppando un brand associabile a concetti di autenticità, genuinità e legame con il territorio, con grande attenzione alla sostenibilità ambientale, all’efficienza energetica, alla sicurezza e all’innovazione tecnologica delle infrastrutture.
 
La ristrutturazione dell’immobile sarà a carico di Anas mentre il concessionario avrà il compito di sviluppare le attività imprenditoriali in coerenza con le linee guida del bando, garantendo i servizi di base definiti: pernottamento, bar e ristoro, free Wi-Fi, postazioni di ricarica per i veicoli elettrici e info point di informazione turistica.
 
Vedi tutti i dettagli del Bando Case Cantoniere
 
Le prime 30 Case Cantoniere oggetto di riqualificazione si trovano in Valle d’Aosta, Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Puglia.
 
Per “contribuire alla rinascita di parte di quell’eccezionale patrimonio architettonico, sociale, culturale rappresentato dalle più di mille case cantoniere sparse sul territorio italiano”, l’Anas ha pubblicato il Manuale di progettazione.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati