Carrello 0
AZIENDE

Costruire antisismico: intervista di Wienerberger all’esperto Guido Magenes

di WIENERBERGER
Commenti 1363

Commenti 1363
18/11/2016 - Mentre l ’Italia continua a tremare, Guido Magenes , professore ordinario del  Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura di Pavia ed esperto  di progetto e  analisi delle costruzioni in zona sismica,  fa chiarezza su cosa voglia dire una casa  sismicamente sicura e dice la sua su come fare per accelerare la  messa in  sicurezza degli edifici italiani.  

IN SINTESI:  
Le costruzioni progettate in epoca moderna, secondo le ultime norm ative in  materia e molte di queste in muratura portante, durante il sisma del 2012 si  sono comportate in maniera egregia: i danni nella stragran de maggioranza dei  casi sono stati assenti oppure minimi, a crollare sono quasi sempre edifici  vecchi, non mantenuti o con altezze o luci elevate.  

I danni da sisma sugli edifici sono abbastanza indipendenti dal tipo di struttura orizzontale presente: i crolli e i danni significativi sembrano quas i sempre  riconducibili alla bassa qualità muraria dovuta principalmente a le ganti di  qualità molto scarsa, non tanto al tipo di strutture orizzontali,  più o meno  pesanti, più o meno rigide. Tant’è  ch e non solo gli edifici in calcestruzzo si sono  ben comportati durante gli eventi sismici ma anche le costruzioni  ad esempio in  laterizio, ovviamente se edificate secondo le più recenti nor mative e a regola d ’ arte.  

L’ importanza della Classificazione sismica degli edifici, in arrivo  al massimo  entro il 28 febbraio 2017, secondo Magenes dovrebbe determinare  anche una fetta del valore economico dell’ edificio alla stessa stregua della classificazione energetica.   

WIENERBERGER su Edilportale.com
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui