Carrello 0
RISTRUTTURAZIONE

In arrivo 135 milioni di euro per il ‘Piano Grandi progetti culturali’

di Alessandra Marra
Commenti 3156

Previsti 23 interventi per il restauro e la valorizzazione di musei, aree archeologiche, grandi biblioteche e archivi

Vedi Aggiornamento del 24/05/2019
Commenti 3156
29/11/2016 – Via libera nella Conferenza Unificata del 24 novembre al ‘Piano grandi progetti beni culturali’ con investimenti di 135 milioni di euro per il restauro e la valorizzazione di musei e aree archeologiche, grandi biblioteche e archivi, poli e attrattori culturali.
 

Piano Grandi progetti culturali: cosa prevede

Si tratta di un finanziamento per il biennio 2017-18 a favore di 23 interventi sui beni culturali distribuiti prevalentemente fra i territori del Centro Nord. Le risorse, infatti, si sommano all’azione di investimento nelle regioni del mezzogiorno prevista dai 490 milioni del Pon cultura e sviluppo.
 
Sono stati scelti interventi su siti di eccezionale interesse culturale e di rilevanza nazionale che necessitano di interventi di tutela e riqualificazione, valorizzazione e promozione culturale. 
 

Grandi progetti culturali: la suddivisione delle risorse

Il Piano prevede un forte impegno sul fronte delle grandi biblioteche e gli archivi, che rappresenta il 43% dell’investimento complessivo, pari cioè a 58 milioni di euro.
 
Di queste risorse, 35 milioni di euro sono state stanziate per il restauro e la riorganizzazione delle Biblioteche nazionali di Roma e Firenze e per la valorizzazione della prestigiosa biblioteca di Archeologia e storia dell’Arte di Roma.
 
Le risorse serviranno ad ampliare gli spazi, consentire nuove forme e modalità di fruizione, la digitalizzazione del patrimonio librario e per una migliore collocazione delle collezioni sul modello delle più recenti grandi biblioteche al mondo. 
 
La restante parte dei 135 milioni si divide in investimenti su musei e aree archeologiche (40,3% pari a 54,5 milioni di euro) e investimenti in poli e attrattori culturali (16,7% del totale pari a 22,5 milioni di euro).
 
Ad esempio Forte Marghera, a Venezia Mestre, potrà contare su 7 milioni di euro per la riqualificazione del complesso, la sua messa in sicurezza e la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria.
 
Altri 2 milioni di euro sono stati messi a disposizione del Colle dell’infinito a Recanati, attraverso interventi di riqualificazione botanico-vegetazionale, interventi di natura idrogeologica e consolidativi del patrimonio storico architettonico del sito.

Anche Palazzo Te, a Mantova, potrà contare su 2 milioni di euro per la rifunzionalizzazione di alcune parti del complesso e per incrementare i servizi di fruizione. 

Vedi la tabella con tutti gli interventi
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui