Carrello 0
NORMATIVA

Beni culturali, dal CIPE 133 milioni di euro

di Alessandra Marra

Tre gli assi prioritari d’intervento: rafforzamento dotazioni culturali, sviluppo territori legati ai beni e assistenza tecnica

Vedi Aggiornamento del 15/01/2018
20/12/2016 – In arrivo più di 133 milioni di euro per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale italiano.
 
E’ stata, infatti, pubblicata in Gazzetta Ufficiale la delibera CIPE 45/2016 di approvazione del ‘Programma operativo complementare di azione e coesione Cultura e Sviluppo 2014-2020’.
 

Cultura e sviluppo: le risorse

Il valore complessivo del Programma è pari precisamente a euro 133,623 milioni, suddivisi in tre assi prioritari di intervento:
ASSE I - Rafforzamento delle dotazioni culturali (108,278 milioni euro);
ASSE II - Attivazione dei potenziali territoriali di sviluppo legati alla cultura (20 milioni di euro);
ASSE III - Assistenza tecnica (5,345 milioni di euro).
 
Il programma contiene un piano finanziario distinto per anno e un cronoprogramma di spesa dal 2016 al 2020.
 

Pon cultura e sviluppo: verso l’attuazione

All'attuazione del Programma provvederà il Ministero dei beni culturali che dovrà garantire:
- che le operazioni siano selezionate coerentemente alle norme comunitarie e nazionali applicabili per l'intero periodo di attuazione;
- la messa in opera di un sistema di gestione e controllo efficace ed idoneo a garantire il corretto utilizzo delle risorse finanziarie attribuite nell'ambito del PAC;
- il corretto caricamento dei dati relativi all'avanzamento procedurale, finanziario e fisico delle iniziative finanziate con risorse a valere sul PAC.
 

Beni culturali: gli interventi precedenti

Questo programma s’inserisce nelle azioni che il Mibact ha attivato nell’ultimo periodo per lo sviluppo dei beni culturali. Tra questi ricordiamo i  Pon Cultura, destinati agli interventi di tutela nelle 5 regioni del Sud Italia (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) per rafforzare i sistemi e le misure di sicurezza dei musei italiani e ‘Cultura Crea’ per le imprese creative che puntano a valorizzare le risorse culturali del territorio. 

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa
)