Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Recovery Plan, Draghi: ‘supervisione politica affidata al Governo, operatività agli enti locali’
LAVORI PUBBLICI Recovery Plan, Draghi: ‘supervisione politica affidata al Governo, operatività agli enti locali’
PROGETTAZIONE

Stazioni di servizio, le ‘oasi’ dei primi viaggi in macchina

di Paola Mammarella

Le icone anni ’50 rinate a nuova vita: a Milano il garage di lusso di Lapo Elkann, a Lecce il set di un film di Ferzan Ozpetek

Commenti 6875
19/12/2016 – Nate inizialmente per fare rifornimento di benzina, le stazioni di servizio si sono pian piano trasformate in grandi aree in cui rilassarsi e fare shopping.
 
Questa trasformazione e la concorrenza tra le società petrolifere hanno spinto alla realizzazione di strutture originali, imponenti e facilmente riconoscibili avvalendosi di architetti affermati.
 
Ecco qualche esempio in giro per l’Italia ed esportato anche all'estero.
 

Stazione Agip di Piazzale Accursio – Milano

È stata progettata nel 1952 dall’architetto Mario Bacciocchi con ampie tettoie che, oltre ad avere la funzione di protezione dalla pioggia, la rendevano ben visibile e riconoscibile. Era dotata di autolavaggio, una sala di attesa con bar, un’officina elettrauto, uffici e unità abitative. 
 Foto: Garage Italia Customs

Rimasta inutilizzata per molti anni, è stata recuperata dall’architetto Michele De Lucchi. Nel 2015 è stata acquistata da Lapo Elkann per farne la nuova sede di Garage Italia Customs, dove saranno personalizzate le auto di lusso, accompagnata da un ristorante gestito dallo chef stellato Carlo Cracco.
 Foto: Garage Italia Customs
 

Ex stazione di servizio Agip a Lecce

È l'architettura più a Sud progettata da Mario Bacciocchi. Si tratta dell’ex stazione di servizio Agip situata nel centro cittadino di Lecce. È rimasta inutilizzata dagli anni Novanta, quando le norme comunitarie hanno previsto la collocazione dei distributori in periferia o su viali larghi. 


Nel 2013 è stata il set del film "Allacciate le cinture" diretto da Ferzan Ozpetek. Per l'occasione è diventata un bar. Attualmente il Comune pensa di trasformarla in un caffè letterario con spazi per iniziative culturali.
Foto: Vivacinema
 

Ex stazione di servizio Esso - Verona

Una ex stazione di servizio Esso a Verona è diventata un bar ristorante. Il locale si chiama ‘Special’ ed è stato aperto dall’‘artista delle moto’ Nicola Martini, accanto all’officina nella quale customizza le motociclette. Negli arredi ha inserito le sue creazioni e vecchi bidoni di olio lubrificante trasformati in sedie e tavoli.
Foto: Special Mr. Martini

Il locale oggi
Foto: Special Mr. Martini
 

Stazione di servizio di Cortemaggiore - Piacenza

La struttura rispetta i canoni tipici pensati da Bacciocchi, che negli anni Cinquanta mise a punto il modello tipo di stazione di servizio: una parete in calcestruzzo armato che si rastrema verso il basso e dalla quale, su entrambi i lati, si estendono due coperture del medesimo materiale a differente altezza, così che nel complesso il profilo assume l’aspetto di una “T” irregolare. 
 Foto: archivio fotografico Eni
 

Distributore Agip in Sudan

In pieno boom economico e attività dell’Eni all’estero, le architetture delle tipiche stazioni di servizio italiane hanno varcato i confini dell’Europa. Ecco un esempio in Sudan.
 Foto: archivio fotografico Eni
 

Distributore Agip a Moncalieri – Torino

Questa stazione di servizio, dotata anche di uno spazio relax all’esterno e un piano superiore dove alloggiare, rientra tra i prototipi di maggiori dimensioni. Sia il piano superiore, sa quello inferiore, sono coperti dalla tipica ampia tettoia in cemento armato.
 Foto: archivio fotografico Eni
 

Stazione di servizio Api, Cremona

Risale agli anni Trenta questa stazione di servizio Api (Anonima Petroli Italiana) con un’ampia pensilina rettangolare, che copre le postazioni per il rifornimento, sorretta da un doppio arco.
 Foto: Pinterest
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui