Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus mobili, via libera a sconto in fattura e cessione del credito
NORMATIVA Bonus mobili, via libera a sconto in fattura e cessione del credito
AMBIENTE

Ferrovie turistiche, il disegno di legge all’esame della Camera

di Rossella Calabrese

In itinere anche i ddl per lo sviluppo della mobilità in bicicletta e la realizzazione di una rete per la mobilità dolce

Vedi Aggiornamento del 12/02/2018
Commenti 6506
Ferrovia Basso Sebino_da ferrovieturistiche.it
12/01/2017 - È iniziato il 10 gennaio, in Commissione Ambiente della Camera, l’esame del disegno di legge “Disposizioni per l’istituzione di ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico o archeologico”.
 
La Commissione si esprimerà sul nuovo testo del progetto di legge che risulterà al termine dell’esame degli emendamenti. 
 

Salvaguardare i tracciati in disuso e tutelare il patrimonio architettonico 

Il disegno di legge - ha spiegato il relatore - ha l’obiettivo di salvaguardare alcuni tracciati ferroviari in disuso o in corso di dismissione e che attraversano luoghi di particolare interesse, di tutelare il prezioso patrimonio architettonico e di tutte le opere d’arte che compongono tali linee ferroviarie (stazioni, magazzini, caselli, ponti, gallerie) e di istituire ferrovie turistiche da gestire con la collaborazione delle realtà associative già operanti.
 
Sarà il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ad individuare e classificare come tratte ferroviarie ad uso turistico le linee caratterizzate da particolare pregio culturale, paesaggistico e turistico.
 

Le prime ferrovie turistiche

In sede di prima applicazione, le tratte ferroviarie ad uso turistico saranno: Sulmona-Castel di Sangro; Cosenza-San Giovanni in Fiore; Avellino-Lioni-Rocchetta Sant’Antonio; Sacile-Gemona; Palazzolo-Paratico; Castel di Sangro-Carpinone; Ceva-Ormea; Mandas-Arbatax; Isili-Sorgono; Sassari-Palau Marina; Macomer-Bosa; Alcantara-Randazzo; Castelvetrano-Porto Palo di Menfi; Agrigento Bassa-Porto Empedocle; Noto-Pachino; Asciano-Monte Antico; Civitavecchia-Capranica-Orte.
 

Mobilità in bicicletta e mobilità dolce

Infine, il relatore ha segnalato la necessità di verificare la compatibilità del contenuto del testo all’esame con le disposizioni recate dai due provvedimenti di analoga materia:
- la proposta di legge per lo sviluppo della mobilità in bicicletta e la realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica, all’esame della Commissione Trasporti della Camera;
- la proposta di legge per la realizzazione di una rete di itinerari per la mobilità dolce e per la riconversione delle linee ferroviarie dismesse, all’esame della Commissione Ambiente.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, come sta andando e cosa ci aspetta? Partecipa