Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus ristrutturazioni, come funziona la detrazione se varia il numero delle unità immobiliari?
NORMATIVA Bonus ristrutturazioni, come funziona la detrazione se varia il numero delle unità immobiliari?
SICUREZZA

Terremoto, l’ENEA lo riproduce per studiare la resistenza delle strutture

di Alessandra Marra

I test sismici hanno anche l’obiettivo di sviluppare soluzioni per il rinforzo strutturale del patrimonio danneggiato

Vedi Aggiornamento del 21/02/2019
Commenti 4180
19/01/2017 – Studiare il comportamento sismico delle pareti murarie tipiche delle abitazioni del Centro Italia e sviluppare soluzioni sostenibili per la prevenzione e il rinforzo strutturale del patrimonio edilizio danneggiato.
 
Questi i principali obiettivi dell’ENEA che, nel Centro Ricerche Casaccia, ha riprodotto su delle tavole vibranti le scosse di terremoto che negli ultimi decenni (dall’Irpinia ad Amatrice) hanno colpito diverse aree italiane.
 

Eventi sismici: l’esigenza di studiare le strutture

Il Prof. Gianmarco De Felice, dell’Università di Roma Tre e coordinatore del progetto, ha sottolineato come i recenti eventi sismici dell’Italia centrale abbiano “mostrato la drammatica vulnerabilità delle pareti murarie che si disgregano e crollano per azioni sismiche fuori dal piano”; da qui è dunque partito lo studio di come gli edifici vengono danneggiati dalle scosse.
 
Nell’esperimento sono state poste due pareti, di due tonnellate ciascuna, una in tufo e l’altra in pietra, vincolate alla base e in sommità, sulle tavole vibranti in grado di muoversi nelle sei dimensioni spaziali (tre direzioni di spostamento e tre rotazioni) e sono state sottoposte a violente accelerazioni fino ad arrivare allo stato limite ultimo. 
 

Resistenza strutture: studiare le nuove tecnologie

Dopo la sperimentazione le due pareti sottoposte a stress sismico saranno riparate con tecnologie innovative offerte dall’industria e verranno poi sottoposte a nuovi test con l’obiettivo di avere maggiori indicazioni su come intervenire per recuperare parte del patrimonio edilizio danneggiato dal terremoto.

Nel video qui di seguito le immagini di repertorio girate ad Accumoli (RI) dopo il sisma di agosto e ottobre 2016 e il video sui test sismici su tavole vibranti nella Hall tecnologica presso il centro Ricerche ENEA della Casaccia per studiare la resistenza di pareti tipiche delle abitazioni del centro Italia. 

 
 
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui