Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Bando Periferie, Cagliari avvia la fase operativa

di Rossella Calabrese

Firmata la convenzione per la riqualificazione del quartiere Sant’Avendrace finanziata con 18 milioni pubblici e 8,5 privati

Vedi Aggiornamento del 08/06/2017
22/02/2017 - È stata Cagliari la prima città a firmare con il Governo la convenzione per attuare il progetto di riqualificazione del quartiere di Sant’Avendrace, finanziato con 18 milioni di euro dal Bando Periferie 2016.
 
Il Protocollo d’intesa è stato siglato sabato scorso dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e dal sindaco, Massimo Zedda, nel Liceo Siotto, elemento fondamentale di istruzione, di diffusione di cultura e di coinvolgimento del territorio di Sant’Avendrace.
 
“Quest’estate - ha ricordato il sindaco Zedda - il Comune ha partecipato ad un bando, ottenendo 18 milioni di euro per il quartiere”. “Gli elementi strategici dai quali partire per la riqualificazione urbana della zona e quella economico-sociale sono proprio la valenza ambientale e la valenza archeologica della zona, tanto che “ai 18 milioni messi a disposizione del Governo, si sommano altri 8,5 milioni di euro di investimenti privati”, ha aggiunto il sindaco.

“Stiamo assistendo ad una ‘prima’ - ha sottolineato presidente Gentiloni - perché è la prima firma che facciamo di ben 120 progetti che riguardano la riqualificazione di diversi quartieri delle nostre città”. E facendo riferimento alla visita, seppure breve, della città, “l’impegno del Governo - ha scandito il Premier - è quello di scongiurare la distruzione delle ricchezze naturali, paesaggistiche, storiche e archeologiche attraverso un lavoro di ‘ricucitura’ del territorio attraverso la sua valorizzazione”.
 
Il decreto di approvazione della Graduatoria prevede che i primi 24 progetti siano finanziati con i 500 milioni di euro stanziati dalla Legge di Stabilità 2016; gli altri 96, per un fabbisogno di 1,6 miliardi di euro, saranno finanziati con risorse successivamente disponibili.
 
Il Comune di Cagliari si è classificato al 23° posto. Con il progetto di rigenerazione urbana del quartiere di Sant’Avendrace, finalizzato al superamento dello stato di marginalità economica e sociale, della carenza di servizi, dell’assenza di spazi pubblici per la socializzazione e di verde pubblico e aree destinate allo sport.
 
Il progetto prevede: la riqualificazione dell’asse urbano Viale Sant’Avendrace-via Po e del sistema di connessioni trasversali tra il quartiere, i servizi e le destinazioni di valore del contesto; la realizzazione di un parco sportivo ed educativo nell’area compresa tra il parco ferroviario e la laguna di Santa Gilla; la costruzione di un complesso di social housing e di edilizia residenziale pubblica nell’area produttiva dell’Ex Mattatoio comunale di via Po.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati