Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus facciate 90% solo per centri storici e zone B
NORMATIVA Bonus facciate 90% solo per centri storici e zone B
PROGETTAZIONE

Stadi di calcio, templi dello sport e strutture all'avanguardia

di Paola Mammarella

Luoghi di aggregazione e icone delle città, un viaggio tra le strutture più nuove o famose in Italia e nel mondo

Vedi Aggiornamento del 29/11/2019
Commenti 15056
13/02/2017 – Luoghi di aggregazione, in cui condividere la passione per lo sport, ma anche teatro di eventi mediatici di livello mondiale. Sono gli stadi di calcio, strutture sempre più spesso firmate da architetti famosi e chiamate a diventare icone delle città in cui si trovano.
 
Vediamo una carrellata di dieci stadi, cinque italiani e cinque esteri, moderni o ormai entrati nell’immaginario collettivo.
 

Juventus Stadium, Torino

Attivo dal 2011, è probabilmente lo stadio più “griffato” del mondo. È stato progettato dagli studi di architettura Shea e Gau, Giugiaro Design ha messo a punto il disegno delle aree esterne e Pininfarina Extra ha curato interni, pavimentazione e illuminazione. Questo stadio presenta un’altra particolarità: è l’unico caso in cui un vecchio stadio (lo Stadio delle Alpi, realizzato in occasione di Italia 90) è stato sostituito da un impianto più piccolo e compatto. La copertura degli spalti è stata studiata nella galleria del vento per essere sospesa ai quattro angoli da cavi in acciaio tesi sui due grandi pennoni alti 90 metri. In realtà, durante i lavori è emersa la necessità di ulteriori appoggi.
 Foto. Gilberto Gaudio
 

Dacia Arena, Udine

Dal 2015 ha sostituito il vecchio Stadio Friuli mantenendo però il caratteristico arco di copertura della Tribuna. Tutto lo scheletro della struttura è ricoperto da una facciata composta da 10mila scaglie di acciaio inox satinato. È soprannominato “il diamante” proprio per la capacità di riflettere la luce, caratteristica voluta dallo studio Area Progetto Associati per rendere il volume indefinito e cangiante in base alle condizioni ambientali.
Foto: Elio Meroi
 

Stadio Meazza - San Siro, Milano

La struttura, realizzata nel 1925 su progetto dell’ingegnere Alberto Cugini e dell’architetto Ulisse Stacchini, è stata più volte modificata e ampliata. L’ultima volta, in occasione della Coppa del mondo di calcio del 1990, con un progetto firmato dagli architetti Giancarlo Ragazzi, Enrico Hoffer e dall’ingegnere Leo Finzi, che hanno previsto sostegni autonomi, disposti attorno allo stadio esistente, su cui poter appoggiare un nuovo anello.
 Foto: Facebook San Siro
 

Stadio San Nicola, Bari

Progettato dall’architetto Renzo Piano, in occasione della Coppa del Mondo di calcio del 1990, il secondo anello è stato costruito con 26 settori a forma di petali che circondano tutto lo stadio. Soprannominato dallo stesso Renzo Piano “l’astronave”, al momento è il quarto stadio più grande d’Italia dopo il Meazza di Milano, il San Paolo di Napoli e l’Olimpico di Roma.
 Foto: Pinterest
 

Stadio della Roma

Non ha ancora ottenuto il via libera, ma è già al centro delle polemiche per l’impatto ambientale ed economico. Il progetto, firmato da Dan Meis, non prevede solo la realizzazione dello stadio, ma la creazione di un intero quartiere polifunzionale con servizi di intrattenimento e Business Park.
 Foto: stadiodellaroma

Accanto allo stadio dovrebbero sorgere anche i tre grattacieli green di Daniel Libeskind.

Per capire se la variante urbanistica necessaria alla realizzazione sarà accettata, bisogna ora attendere l’appuntamento con la prossima Conferenza di Servizi, calendarizzata per il 3 marzo. La vicenda è stata anche al centro di uno scambio di tweet tra il capitano della Roma, Francesco Totti, e la sindaca di Roma, Virginia Raggi. “Vogliamo il nostro Colosseo moderno, una struttura all'avanguardia per i nostri tifosi e per tutti gli sportivi! #FamoStoStadio”, ha twittato Totti. “Caro Francesco ci stiamo lavorando. #FamoStoStadio nel rispetto delle regole. Ti aspettiamo in Campidoglio per parlarne” gli ha risposto la Raggi.
 

Beijing National Stadium, Pechino - Cina

Si trova a Pechino dal 2008 ed è stato progettato dagli studi Herzog & de Meuron, Arup Sport, China Architectural Design & Research Group. Tetto e facciate costituiscono un elemento continuo, composto dall’intreccio di archi di acciaio che richiamano il nido di un uccello.
 Foto: Stadium DB
 

Grand Stade de Lyon, Lione - Francia

E' stato progettato dallo studio Populous e inaugurato nel 2016. La copertura poligonale presenta un caratteristico profilo ondulato che scende a terra tramite una fitta serie di pilastri snelli. La particolarità della copertura sta nelle dimensioni: non solo ripara ogni ordine di posto all'interno, ma si estende anche all'esterno, creando una sorta di "tettoia". É stato inaugurato nel 2016.
 Foto: Stadium DB
 

Cape Coast Stadium, Ghana

Visto dall’alto, ha la forma di una stella a dieci punte. Terminato nel 2016, è stato finanziato, progettato e realizzato della società cinese IPPR International Engineering Corporation. La tribuna Ovest è coperta da un arco di acciaio. La parte più caratteristica è la passeggiata sospesa che circonda la struttura.
Foto: Felix Kwakwe Ofo
 

Karbala International Stadium, Iraq

Si trova a Karbala ed è stato inaugurato a maggio 2016. Progettato dallo studio turco Bahadir Kul Architects, doveva essere un impianto per l’atletica, ma è stato trasformato in itinere in stadio da calcio. Ai due estremi, il tetto presenta due sezioni traslucide, che permettono alla luce di filtrare.
 Foto: Stadium DB
 

Arena CSKA, Russia

Progettato dallo studio Mosproekt 4, anche questo stadio, che si trova a Mosca, è nuovissimo ed è stato inaugurato nel 2016. Ha una capienza di 30mila posti, messi al riparo da coperture asimmetriche. La struttura è dominata da una torre ‘rotante’ destinata a uffici.
 Foto: Ruslan Prokhorov
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus Casa: li conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa