Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, pressing per riaprire la scadenza delle Cilas
NORMATIVA Superbonus, pressing per riaprire la scadenza delle Cilas

Domotica, le regole per ottenere la detrazione 65%

Agenzia delle Entrate: il bonus si calcola sull’intero importo della spesa sostenuta, senza alcun tetto

Vedi Aggiornamento del 19/02/2019
di Paola Mammarella
Vedi Aggiornamento del 19/02/2019
07/04/2017 - Nessun limite alla detrazione 65% per l‘acquisto, l‘installazione e la messa in opera di impianti domotici. Con la Guida alla dichiarazione dei redditi (Circolare 7/E/2017), l’Agenzia delle Entrate ha spiegato che può essere detratto dall’Irpef il 65% dell’intero importo della spesa sostenuta.
 

Domotica, cosa è agevolabile al 65%

Per poter ottenere la detrazione, i dispositivi devono avere una serie di caratteristiche:
- mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati;
- mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
- consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.
 
Sono quindi agevolabili la fornitura e posa in opera delle apparecchiature elettriche, elettroniche e meccaniche, ma anche le opere elettriche e murarie eventualmente necessarie per l’installazione e la messa in funzione a regola d’arte di sistemi di building automation degli impianti termici degli edifici.
 
Non sono agevolabili le spese per l’acquisto di dispositivi che permettono di interagire da remoto con questi impianti, come ad esempio smartphone, tablet o computer.
 

Limiti e adempimenti

La detrazione spetta anche se l‘acquisto, l‘installazione e la messa in opera dei dispositivi multimediali sono effettuati dopo o senza interventi di riqualificazione energetica.
 
Se l’installazione dei dispositivi multimediali è effettuata in concomitanza con un altro intervento di riqualificazione energetica agevolabile, come la sostituzione degli impianti di climatizzazione o l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, deve essere considerata connessa all’altro intervento. La spesa sostenuta concorre quindi al limite massimo di detrazione che spetta per i lavori cui è associata.
 
È necessario compilare ed inviare a ENEA:
- l’Allegato E: sia in caso di semplice installazione, non connessa con la sostituzione del generatore di calore o con l’installazione di pannelli solari, sia nel caso di installazione connessa con la sostituzione del generatore di calore;
- l’ Allegato F: in caso di installazione connessa con l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione