Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, ecco il modulo unico CILAS
NORMATIVA Superbonus 110%, ecco il modulo unico CILAS
URBANISTICA

Rigenerazione urbana, le esperienze di Roma, Bergamo e Milano

Riconversione di aree militari dismesse e riqualificazione di interi ambiti urbani

Vedi Aggiornamento del 14/06/2018
Commenti 9109
Progetto via Guido Reni a Roma
09/05/2017 - Il piano di recupero di via Guido Reni a Roma, la ex caserma Montelungo Colleoni a Bergamo, la rigenerazione urbana di aree periferiche a Milano. Sono alcuni dei progetti che hanno partecipato all’ultima edizione di Urbanpromo, la manifestazione nazionale di riferimento sulla rigenerazione urbana, organizzata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit.
 

Via Guido Reni a Roma

Il progetto per il recupero di via Guido Reni a Roma, individuato con un concorso di progettazione internazionale, prevede l’insediamento nelle aree militari dismesse di via Guido Reni della Città della Scienza, di spazi e servizi pubblici di quartiere e di un nuovo quartiere composto da residenze (anche convenzionate), servizi commerciali e un albergo.
 
guido reni

Il progetto crea una nuova permeabilità nel quartiere attraverso la realizzazione di una piazza e di una sequenza di spazi pubblici, in continuità con lo spazio all’aperto del Maxxi e propone un tessuto urbano perpendicolare a via Guido Reni caratterizzato da varietà tipologica e di altezza, da mixité funzionale e sociale e da un’articolata successione di spazi di relazione.

guido reni 

Ex caserma Montelungo Colleoni a Bergamo

Cassa Depositi e Prestiti Investimenti Sgr ha presentato tra gli altri il progetto della ex caserma Montelungo Colleoni a Bergamo. Il progetto, anche esso individuato con un concorso di progettazione internazionale, prevede il recupero funzionale di parte degli edifici esistenti e la realizzazione di nuovi fabbricati per servizi universitari (residenze universitarie e centro sportivo), funzioni residenziali, terziarie, commerciali e servizi.

Montelungo Colleoni a Bergamo
 
Il progetto valorizza la struttura ad anello della caserma creando un grande spazio urbano racchiuso. La disposizione planimetrica degli edifici ubicati sui bordi dell’area è mantenuta con la realizzazione di tre nuovi edifici sul confine e un altro centrale parzialmente interrato. Grandi aperture generano collegamenti diretti tra il nuovo parco pubblico interno e i parchi esistenti a nord e a sud dell’area, reintegrando nella città una sua parte rimasta fino a oggi preclusa.

Montelungo Colleoni a Bergamo
 

Riqualificazione di aree periferiche a Milano

Da segnalare infine il progetto di InvestiRE che come primario operatore indipendente del risparmio gestito specializzato nella valorizzazione di portafogli immobiliari in differenti settori di mercato, ha intrapreso e sta intraprendendo importanti interventi di rigenerazione urbana e riqualificazione di aree dismesse e periferiche.
 
Il Fondo Immobiliare di Lombardia è, per sua mission, da sempre attento a questi temi e si prepara ad avere un ruolo particolarmente strategico, soprattutto nella città di Milano ma anche in altre città della Regione Lombardia, che hanno lo scopo e l’ambizione di impattare positivamente su alcune zone della città che risultano avere bisogno di nuova vitalità e servizi per abitanti.
 
Milano

Gli interventi che meglio rappresentano questo nuovo impegno del Fondo sono:
- Merezzate: intervento di riqualificazione di un intero ambito urbano situato a Milano in zona sud est, adiacente e complementare alla zona di Rogoredo/Santa Giulia. Si prevede la realizzazione di circa 800 appartamenti totali, di cui 600 sviluppati dal FIL, oltre allo sviluppo di una rete di attività che andranno a supportare ed incrementare l’offerta di servizi dell’intero quartiere.
- Via Novate: edificazione di un nuovo complesso immobiliare a Milano in zona nord ovest della città, in un quartiere che oggi risulta essere, seppur un ambito non degradato, ai margini della città anche per il poco dinamismo della zona.

Lo sviluppo prevedrà, oltre all’edificazione di circa 350 appartamenti interamente dedicati alla locazione a canoni calmierati, anche la realizzazione di spazi comuni, sia coperti che esterni, dedicati sia ai conduttori che agli abitanti della zona, che ad oggi risulta priva di reali luoghi di aggregazione e povera di servizi.
 
Fonte: ufficio stampa Urbanpromo

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui