Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Impianti sportivi, in arrivo 200 milioni di euro per mutui ai Comuni

di Alessandra Marra
Commenti 36494

Nuovo Bando dell’Istituto Credito Sportivo per palestre, campi all’aperto e piste ciclabili. Domande entro il 28 ottobre 2017

Vedi Aggiornamento del 28/05/2018
Commenti 36494
01/06/2017 – In arrivo 200 milioni di euro di mutui agevolati ai Comuni per costruire e riqualificare palestre, campi all’aperto e piste ciclabili comunali.
 
Ieri, infatti, il presidente dell’Associazione Nazionale Comini Italiani (ANCI) Antonio Decaro e il Commissario Straordinario dell’Istituto per il Credito Sportivo (ICS) Paolo D’Alessio hanno presentato il nuovo bando “Sport missione Comune” per il 2017 che ripercorre l’iniziativa già sperimentata lo scorso anno che ha consentito la realizzazione di più di 301 progetti in 19 regioni.
 

Impianti sportivi: le risorse a disposizione

Il nuovo bando ha una dotazione di 200 milioni di euro (il doppio rispetto allo scorso bando) divisi in due plafond. Il primo plafond, pari a 100 milioni, sarà offerto con mutui a tasso zero per consentire, entro la fine del 2017, la definitiva realizzazione di progetti già in fase avanzata.
 
Di questi 100 milioni di euro la metà (50 milioni) sarà riservata ad interventi realizzati dai Comuni delle aree interne e dalle Unioni di Comuni.

Ciascun ente potrà presentare una o più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di 2 milioni di euro di mutui (4 milioni per i comuni capoluogo e le unioni di comuni).
 
Il secondo plafond, per altri 100 milioni, verrà erogato ad enti locali e privati nell’ambito di operazioni di partenariato pubblico-privato a tasso agevolato (per i Comuni l’1% per un mutuo a tasso variabile della durata di 15 anni), per coprire le spese eccedenti i 2 milioni a tasso zero del primo plafond.
 

Nuove strutture sportive: i requisiti dei progetti

E' possibile richiedere l’ammissione a contributo per progetti definitivi o esecutivi relativi a: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole, comprese le piste ciclabili, ivi compresa l'acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva.
 
I progetti, inoltre, dovranno essere muniti di parere favorevole rilasciato dal CONI.
 
I lavori relativi agli interventi ammessi a contributo dovranno iniziare entro il termine di sei mesi dalla data di stipula del contratto di mutuo ed essere ultimati entro diciotto mesi dalla stipula del contratto di mutuo.
 
Sono ammesse a contributo le spese per: lavori, opere civili ed impiantistiche, progettazione e direzione lavori dell’intervento, l’acquisto di attrezzature sportive, materiali, aree su cui realizzare la struttura o immobili da destinare alle attività sportive.
 

Bando Missione Comune: come candidarsi

Nel nuovo bando vengono anche semplificate le procedure per la presentazione delle domande che dovranno essere presentate dal 6 settembre al 28 ottobre 2017 all’indirizzo Pec icsanci2017@legalmail.it
 
Entro 20 giorni dal 28 ottobre, l’esito delle domande sarà pubblicato sui siti dell’Anci e dell’ICS.
 

Impianti sportivi comunali: i commenti sul nuovo Bando

Il Presidente Decaro ha commentato: “Siamo molto orgogliosi di presentare uno strumento finanziario utile ai Comuni per offrire ai cittadini impianti sportivi nuovi, a norma e che siano aperti allo sport per tutti”.
 
“La nostra idea” ha continuato Decaro, “è quella di utilizzare e promuovere lo sport come antidoto alla violenza, all’ozio, alla marginalità sociale e alla devianza, e per questo abbiamo chiesto che il bando finanziasse non solo strutture ma anche playground all’aperto, che possano servire ai Comuni per creare spazi di inclusione e socializzazione nei quartieri periferici. Il Comune di Bari, infatti, candiderà al nuovo bando 2017 la progettazione di playground diffusi nei quartieri per cui non abbiamo ottenuto i fondi del bando periferie del Governo, che prevede la riqualificazione di alcuni spazi aperti tra cui aree attrezzate per lo sport”.
 
“Un altro elemento importante di questo bando è l’attenzione riservata ai piccoli Comuni con il 50% dei fondi destinati proprio a queste aree che spesso non hanno la possibilità di utilizzare fondi propri per riqualificare o costruire impianti sportivi, a partire da quelli scolastici” ha concluso il Presidente Anci.
 
Il Commissario Straordinario ICS Paolo D’Alessio ha concentrato invece il suo intervento sulla presentazione dei risultati del bando 2016 e sui nuovi asset dei finanziamenti per il 2017: “L'Istituto per il Credito Sportivo, visto il grande successo delle precedenti iniziative, attraverso Sport Missione Comune 2017, vuole ulteriormente sostenere i comuni italiani nell'ammodernamento dell'impiantistica sportiva di base, con particolare riguardo anche alle piste ciclabili e ai playground”.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: le tecnologie Partecipa