Carrello 0
Andros: soluzioni acustiche per l'edilizia
AZIENDE

Andros: soluzioni acustiche per l'edilizia

di Andros

La prima classificazione acustica eseguita in Italia su un complesso residenziale da 43 unità abitative

06/07/2017 - Si sono conclusi nel mese di Giugno i collaudi per LA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA su un complesso immobiliare di 43 alloggi, a San Lazzaro di Savena nell’intervento “RESIDENZE LE ROSE 4.0” Situato in Via Giovanni Paolo II.

È la prima classificazione acustica in Italia eseguita su immobili di queste dimensioniredatta rispettando le specifiche della norma UNI 11.367, normativa pubblicata il 22/07/2010 “Acustica in edilizia – Classificazione acustica delle unità immobiliari – Procedura e verifica in opera”.

Lo scopo della normativa è che tutte le fasi che convergono nel processo di realizzazione dell’opera sono determinanti ai fini del risultato acustico: dalla progettazione, all’esecuzione dei lavori, alla posa in opera dei materiali ecc.. La norma prevede quattro differenti classi di efficienza acustica: dalla CLASSE 1 che identifica il livello più alto (più silenzioso) alla CLASSE 4 che è la più bassa (più rumoroso).

La tabella sottostante è riepilogativa dei limiti normativi per la classificazione di efficienza acustica, la griglia di classificazione viene attuata sulla base di misurazioni dei livelli sonori (NON DI DATI PROGETTUALI) ed è prevista per SINGOLE UNITÀ IMMOBILIARI e non per l’intero edificio.



ISOLAMENTO AEREO R’w 53,18 MEDIA ARITMETICA SU 22 COLLAUDI
La soluzione adottata come isolamento aereo è la doppia parete con isolante acustico in intercapedine. I prodotti utilizzati sono la FASCIA TAGLIAMURO PANISOL P400T ed il pannello PANISOL P40 su una doppia muratura di laterizi semipieni porizzati da 12cm con 3 intonaci (con rinzaffo interno). Nella parete sono stati inseriti scarichi di vario genere e linee elettriche. In effetti questa soluzione permette anche l’inserimento nelle murature di impianti, senza preoccuparsi dei relativi cali di prestazioni. L’isolante termico aggiunto oltre all’isolante acustico è specifico per questo intervento e non necessario ai fini dell’isolamento acustico.
 

TOTALE COLLAUDI N° 22-MEDIA ARITMETICA R’w 53,18

ISOLAMENTO IMPATTIVO L’nw 50,19 MEDIA ARITMETICA SU 167 COLLAUDI
In merito all’isolamento impattivo si è adottato il sistema del pavimento galleggiante interponendo sotto massetto un isolante resiliente con i relativi accessori. Il prodotto utilizzato è il PANISOL P8L un tappeto da 8mm da 40 KG/m3 con uno schiacciamento reale massimo del 5% ed una rigidità dinamica di 48 MN/m3.

Come si può vedere dai risultati ottenuti la rigidità dinamica NON E’ L’UNICO PARAMETRO, O IL PARAMETRO FONDAMENTALE per il raggiungimento dei risultati, sicuramente è il valore più importante MA LA MESSA IN OPERA DEL SISTEMA IN MODO CORRETTO E’ DETERMINANTE, e le successive lavorazioni sono parte integrante del sistema.

PER QUESTO ANDROS DEFINISCE L’ISOLAMENTO ACUSTICO UN METODO DI LAVORO. Nota: nei risultati delle prove abbiamo riscontrato dei valori nei collaudi sulla pavimentazione ceramica a volte migliori che sul parquet in legno, causa alcune stuccature perimetrali.
 

TOTALE COLLAUDI N° 167-MEDIA ARITMETICA L’nw 50,19

RISULTATI DELLA CLASSIFICAZIONE
La classificazione generale è stata molto buona, nel complessivo 41 unità risultano in classe II e due unità in classe I La tabella riporta solamente i descrittori relativi all’isolamento acustico eseguito dall’Andros: isolamento acustico aereo - isolamento acustico impattivo. La classificazione del descrittore R’w, in questa tabella tiene conto anche del potere fonoisolante del solaio, previsto dalla normativa per la classificazione (in totale 73 prove).



CONCLUSIONI E CONSIDERAZIONI
Attualmente con il DPCM 05/12/97 in corso di validità, non sono richiesti rapporti di prova da parte del costruttore che attestino l’effettivo abbattimento acustico della struttura, è sufficiente l’autodichiarazione che la costruzione rispetta i requisiti acustici passivi dell’edificio. Qualche amministrazione richiede obbligatoriamente dei collaudi acustici a campione, o la relazione finale per rilasciare l’abitabilità/agibilità della costruzione.

Ci sono casi che alcune amministrazioni l’hanno previsto nel regolamento edilizio, ma anche se mancano alla consegna della documentazione non creano problemi per il rilascio dei certificati. Questa condizione fa si che una buona parte delle costruzioni che vengono edificate in italia non rientrino nei parametri di isolamento acustico obbligatori che rispecchiano quasi per intero la CLASSE 3 acustica. Moltissimi produttori e venditori di isolanti acustici spacciano dati mascherati o inesatti nelle schede tecniche per creare un vantaggio nei calcoli previsionali oppure nella comparazione tecnica degli isolanti, creando di fatto una distorsione sul mercato e negando gli effettivi vantaggi di una sana concorrenza. Se nel prossimo futuro si avrà la classificazione acustica OBBLIGATORIA elenchiamo i possibili scenari:

- Non si avranno più contenziosi fra costruttore e acquirente
- Le classi più basse deprezzeranno automaticamente il valore delle unità immobiliari alla vendita
- Il costruttore sarà stimolato a dare un prodotto migliore e di conseguenza si alzerà il livello qualitativo
- Venditori e produttori di isolanti acustici dovranno aumentare il loro livello tecnico quindi si avrà una concorrenza reale e di conseguenza una selezione naturale.

ANDROS è la prima azienda in italia che è stata parte integrante della PRIMA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA su un complesso immobiliare di queste dimensioni con dei risultati oggettivamente ottimi. UNA MERITOCRAZIA DATA DAI FATTI.
 
Scarica il pdf "classificazione acustica" 

Visita il sito internet 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati