Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, la seconda giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, la seconda giornata della fiera virtuale dell’edilizia
LAVORI PUBBLICI

Servizi di progettazione, Anac mette a punto il bando-tipo

di Paola Mammarella

Il documento regola le gare di importo superiore a 209 mila euro e resterà in consultazione fino al 5 agosto

Vedi Aggiornamento del 22/02/2018
Commenti 9047
12/07/2017 – L’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) ha messo a punto il bando-tipo per le gare di servizi e forniture di importo superiore alla soglia comunitaria (209mila euro) da aggiudicare col criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Rientrano tra queste gare gli affidamenti dei servizi di ingegneria e architettura.
 
Il documento, che sarà in consultazione fino al 5 agosto, è un vero e proprio fac-simile da compilare e contiene sia soluzioni vincolanti per le Stazioni Appaltanti sia proposte alternative tra cui la SA può scegliere.
 

Chiarimenti sul subappalto

L’Anac spiega che il concorrente deve indicare nell’offerta le parti dei servizi che intende eventualmente subappaltare, per un importo non superiore al 30% del totale. In mancanza di questa indicazione, il documento prevede che il concorrente non sia escluso dalla gara, ma gli venga vietato di ricorrere al subappalto.
 
In base al Codice Appalti, inoltre, il concorrente deve indicare una terna di possibili subappaltatori. L’Anac nella bozza di bando-tipo spiega che è consentita l’indicazione dello stesso subappaltatore in più terne di diversi concorrenti.  Chi non indica la terna di subappaltatori non sarà escluso dalla gara, ma non potrà ricorrere al subappalto.
 
Nel caso in cui uno dei tre potenziali subappaltatori non possegga i requisiti per la partecipazione alla gara (previsti dall’articolo 80 del Codice) il bando-tipo stabilisce che il concorrente sia escluso dalla gara.
 

Suddivisione in lotti

Per garantire la massima concorrenza, il bando-tipo propone che la Stazione Appaltante motivi la scelta di non aver suddiviso l’appalto in lotti. Negli altri casi dovrà invece essere compilata la tabella con tutte le informazioni inerenti al singolo lotto.
 
La Stazione Appaltante potrà inoltre prevedere delle restrizioni, imponendo ad esempio un numero massimo di lotti per cui il concorrente può presentare l’offerta.
 

Requisiti generali e cause di esclusione

Il documento dell’Anac mira ad eliminare i contenziosi tra concorrenti. Per questo propone un sistema standardizzato per l’accertamento dei requisiti di partecipazione, indicando anche una serie di mezzi di prova, e delle cause di esclusione.
 
L’Anac ha inserito inoltre una serie di alternative per l’accertamento di altri requisiti. Per fare un esempio, nella valutazione dei requisiti di capacità economica e finanziaria, la Stazione Appaltante potrà scegliere di prendere in considerazione il fatturato globale minimo annuo o il fatturato globale medio annuo.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui