Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus idrico da 1000 euro per ridurre gli sprechi di acqua
RISPARMIO ENERGETICO Bonus idrico da 1000 euro per ridurre gli sprechi di acqua
NORMATIVA

Lo split payment riguarda tutte le PA con obbligo di fatturazione elettronica

di Paola Mammarella

Per società controllate e quotate in Borsa si farà riferimento agli elenchi che il Mef pubblicherà entro il 15 novembre di ogni anno

Vedi Aggiornamento del 04/07/2018
Commenti 15839
18/07/2017 – Lo split payment si applica a tutte le Pubbliche Amministrazioni soggette all’obbligo di fatturazione elettronica. Lo ha chiarito il Ministero dell’Economia e delle Finanze, che con il DM 13 luglio 2017 ha rivisto gli elenchi diffusi col DM 27 giugno 2017.  
 

Split payment e Pubbliche Amministrazioni

Sono soggette allo split payment le Pubbliche Amministrazioni che, in base all’articolo 1, commi da 209 a 214 della Finanziaria 2008 (Legge 244/2007), sono destinatarie della disciplina sulla fatturazione elettronica obbligatoria. Si tratta degli enti indicati in un elenco del Governo, dal quale non vanno considerati i soggetti classificati nella categoria dei “Gestori di pubblici servizi”.
 
Tra le Amministrazioni soggette all'obbligo rientrano, per fare alcuni esempi, le Autorità indipendenti, le scuole e le istituzioni educative, Regioni, Province, Comuni, Comunità montane e loro consorzi, istituzione universitarie, Istituti autonomi case popolari, Camere di commercio, aziende ed enti del Servizio sanitario nazionale.
 

Split payment per società controllate e quotate in Borsa

Per effetto della Manovrina 2017 (Legge 96/2017), dal 1° luglio 2017 anche le società controllate dagli enti pubblici e quelle quotate in Borsa, incluse nell'indice FTSE MIB, sono soggette allo split payment e devono pagare l'Iva direttamente all'Erario e non al professionista o all'impresa che ha emesso fattura. 

Il Mef ha stabilito che entro il 15 novembre di ogni anno sarà pubblicato, sul sito del Dipartimento delle Finanze, l’elenco delle società controllate e quotate in Borsa soggette all'obbligo di split payment dall’anno successivo.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui