Carrello 0
Villa Manin: know how e tecnologie innovative
ARCHITETTURA

Villa Manin: know how e tecnologie innovative

di Valentina Ieva

Un intervento di restauro e ricostruzione puntuale di una residenza storica

14/08/2017 - A Falzè di Trevignano, località a pochi chilometri da Treviso, si trova Villa Manin, una residenza storica oggetto di un restauro e una ricostruzione puntuali, a cura di Tiziano Dal Canton.

Il progetto ha tenuto conto delle nuove richieste definite dal cambio di destinazione d’uso nel rispetto delle preesistenze storiche, con un recupero che ha impegnato le migliori imprese del territorio mettendo a sistema know how e tecnologie innovative.

Un tempo appartenuta all’ultimo Doge della Serenissima Repubblica di Venezia, Ludovico Manin, da cui la villa prende il nome, è di origine quattrocentesca e ha conservato i caratteri e gli stili che si sono succeduti nel tempo.

Oggi il Residence Villa Manin include più fabbricati nobili, racchiusi da antiche mura di cinta all'interno delle quali gli elementi architettonici sono stati ricontestualizzati nel miglior modo possibile.

Superfici, rivestimenti, strutture della copertura ma anche infissi e serramenti sono stati recuperati o sostituiti con elementi capaci di assicurare prestazioni più evolute ma di garantire allo stesso tempo l’immagine originale dell'insediamento.

L’analisi approfondita di tecnologie e materiali ha permesso di combinare il comfort tecnologico al fascino del passato, riscoprendo dettagli architettonici di straordinaria bellezza. La stessa attenzione è stata dedicata agli esterni che permettono agli ospiti del resort di usufruire di spazi diversi in tutte le stagioni dell’anno. 

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
La domotica, quali risvolti sociali ed economici per le famiglie? Leggi i risultati