Carrello 0
Alkimia: un'esperienza sensoriale fluida e continua
CASE & INTERNI

Alkimia: un'esperienza sensoriale fluida e continua

di Cecilia Di Marzo

Il ristorante stellato di External Reference ideato come una scenografia

28/08/2017 - Il ristorante Alkimia, progettato da Carmelo Zappulla di External Reference, si trova al primo piano di un edificio modernista catalano del 1864, rimasto disabitato per 40 anni, nel centro di Barcellona.

Il progetto è stato realizzato tenendo conto di due elementi fondamentali: l’importante contesto architettonico preesistente (compresa la patina delle pareti e la tipologia) e la significativa offerta gastronomica del ristorante stellato che offre principalmente piatti a base di pesce.

Il progetto si propone essenzialmente di:
1. stabilire una relazione significativa tra la preesistenza e il nuovo intervento progettuale
2. salvaguardare il contesto architettonico esistente
3. generare un percorso sensoriale in cui i clienti siano avvolti da sapori, fragranze e percezioni che contribuiscono a generare l'esperienza ‘Alkimia’
4. conciliare le necessità del committente con le caratteristiche del contesto spaziale esistente: ad esempio, progettare due spazi da pranzo, ‘Alkimia’ e ‘Alkimia Un-plugged’, separati da una partizione-filtro flessibile.

Il ristorante è stato ideato, dunque, come una scenografia che favorisce un'esperienza sensoriale fluida e continua. Le diverse scene di questo spazio presentano pelli e superfici ispirate alla vita marina, installazioni artistiche liquide e mobili su misura, che creano un rapporto unico con lo spazio circostante.

Per preservare l'architettura esistente, non sono stati proposti interventi strutturali né trasformazioni permanenti del contesto. Anche i segni del tempo presenti sulle pareti sono stati mantenuti ed evidenziati. Tutti gli elementi del progetto possono, quindi, interpretarsi come interventi effimeri che conferiscono una nuova lettura dello spazio. Per concludere, il lavoro di progettazione è stato pensato in simbiosi con i metodi costruttivi proposti e il risultato finale è frutto di un dialogo tra sistemi di fabbricazione digitale e artigianato locale.

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati