Carrello 0
AZIENDE

Urmet per gli accessi in un parco residenziale di Londra

di Urmet
Commenti 1004

Portavoce della sicurezza made in Italy nel Regno Unito

Commenti 1004
11/10/2017 - Urmet diventa portavoce della sicurezza made in Italy nel Regno Unito. Il costruttore edile britannico Redrow PLC sceglie il sistema di videocitofonia IP IPervoice del gruppo torinese per Colindale Gardens, un vasto parco residenziale, composto da unità abitative e spazi commerciali esteso su oltre 180.000 m² nella parte nord-occidentale di Londra.
 
I dispositivi Urmet sono già stati installati, nella fase iniziale, in oltre 300 appartamenti e l’azienda fornirà ai residenti un avanzato sistema di controllo degli accessi, che costituirà parte integrante dell’impianto. Nell’ottica di una considerevole riduzione dei costi, il software di gestione del centralino potrà, inoltre, essere spostato da un edificio all’altro, seguendo il progredire dei lavori.
 
Le pulsantiere IP PoE Elekta Steel ed Elekta Glass di Urmet, scelte da Redrow e installate agli ingressi del complesso, permetteranno ai visitatori di comunicare sia con i residenti che con la portineria. Si tratta di soluzioni estremamente sofisticate e performanti: dotate di display a colori da 3,5”, permettono di registrare messaggi sia audio che video in caso di assenza del residente.
 
Una volta ultimato, nel 2025, il complesso comprenderà un totale di 2.900 nuove abitazioni, composte da 24 palazzine e villette a schiera su tre livelli. Date le vaste dimensioni dell’area abitativa, un’ulteriore funzione dei dispositivi particolarmente utile permetterà di visualizzare sullo schermo una mappa interattiva per guidare il visitatore verso la sua destinazione. I sistemi Ipervoice, inoltre, combinano videocitofonia e controllo accessi: Urmet ha dotato le pulsantiere di Colindale Gardens di lettori di prossimità RFID Wiegand da 13,56 MHz integrati, che consentono l’ingresso tramite scheda o chiave elettronica.
 
Con Urmet, Redrows punta all’eccellenza combinando controllo accessi e servizi per i residenti. Grazie al dispositivo touch screen Max, che si basa su protocollo IP, Urmet è in grado di offrire entrambi, con un’unica piattaforma. Max, inoltre, è dotato di telecamera da 2 megapixel e schermo in 16:9 da 1024x600 pixel, funziona con sistema Android e consente di installare app esterne.
 
Firmato dallo studio di architetti Feilden Clegg Bradley, il progetto si connota per facciate con mattoni a vista e terrazze su tre livelli. Infine, oltre alla parte residenziale, è prevista la realizzazione di un centro benessere, una scuola, un circolo ricreativo, palestre al chiuso e all’aperto, bar, negozi e un parco centrale di quasi 20.000 m².
 
Daniele Micheletti, product Manager di Urmet, commenta: “Colindale Gardens è un progetto coinvolgente e stimolante: la superficie e la necessità di implementare soluzioni di altissima qualità ed estremamente sofisticate ci ha spinto a ideare dispositivi ad-hoc, spingendoci oltre le nostre proposte tradizionali. Redrow, ad esempio, ha dato indicazioni precise anche per il software di controllo del centralino Urmet, che permette alla portineria di gestire le chiamate, ricevere e creare allarmi e inviare messaggi a gruppi di persone o individuali. Nel software che abbiamo messo a punto appositamente per Colindale Gardens, queste funzioni sono molto semplificate: attraverso una schermata facile e intuitiva, la portineria potrà controllare l’intera area, a garanzia di una maggiore sicurezza per tutti i condomini. ”

Urmet su Edilportale.com
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa