Carrello 0
NORMATIVA

Bonus edilizi, Cna: ‘trasformarli in credito di imposta cedibile alle banche’

di Paola Mammarella

Secondo la Confederazione, estendendo la cessione a tutte le famiglie e le imprese si attiverebbe una domanda da 5 miliardi di euro

Vedi Aggiornamento del 16/11/2017
02/10/2017 - Trasformare le detrazioni fiscali in credito di imposta cedibile dalle famiglie e dalle imprese alle banche. È la richiesta avanzata dalla Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa (Cna) mentre si stanno per definire i contenuti della legge di Bilancio 2018, che conterrà quasi sicuramente la proroga degli incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici, le ristrutturazioni e la messa in sicurezza antisismica.
 

Cessione alle banche dei bonus edilizi

Secondo Cna, se si trasformassero le attuali detrazioni in credito d’imposta cedibile il risultato sarebbe la copertura del 42,52% dell’investimento che si intende realizzare per la ristrutturazione (invece della detrazione del 50% diluita in 10 anni). Negli interventi di riqualificazione energetica si arriverebbe a coprire il 55,28% dell’investimento.

Le ipotesi di Cna si basano su un tasso del 3,6% praticato dalle banche per i mutui destinati alla ristrutturazione delle abitazioni. Le famiglie e le imprese avrebbero denaro “spendibile subito” e questo, sostiene Cna, genererebbe in soli due anni una domanda di lavori nel settore delle costruzioni pari a circa 5 miliardi di euro.
 
“È questa - scrive Cna in una nota - la strada maestra per consentire alle famiglie e alle imprese di ottenere liquidità per poter realizzare l’investimento sulla propria abitazione o sull’immobile dell’impresa per il quale si ha diritto all’agevolazione fiscale”.
 
Al momento, questa possibilità è consentita solo agli incapienti per i lavori di efficientamento energetico dei condomìni.
 

Cessione dei bonus e debito pubblico

Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, in audizione nei giorni scorsi in Commissione Lavori Pubblici della Camera, ha fatto presente che la cessione dei bonus alle banche genera un aumento del debito pubblico. Al momento il Governo sembra cauto sull’argomento.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati