Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, la seconda giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, la seconda giornata della fiera virtuale dell’edilizia
NORMATIVA

Direttore dei lavori, in arrivo norme contro il conflitto di interesse

di Paola Mammarella

Nelle regole attuative del Codice Appalti anche la responsabilità per le varianti non autorizzate

Vedi Aggiornamento del 16/05/2018
Commenti 17708
16/10/2017 – In arrivo, dopo un’attesa durata mesi, le linee guida, attuative del Codice Appalti, che regolano la figura del direttore dei lavori. La prima bozza del testo, elaborata dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti (Mit), è stata bocciata dal Consiglio di Stato e per molti mesi non se ne è saputo più nulla. Ora l’iter del testo sembra essersi sbloccato. Il Mit, raccolte le indicazioni del CdS, ha messo a punto un nuovo testo che sarà inviato alla Conferenza Unificata.
 

Direttore dei lavori e conflitto di interesse

Il direttore dei lavori dovrà rispettare l’articolo 42 del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) sul conflitto di interesse. Non potrà innanzitutto avere interessi economici nello svolgimento dei lavori perché dovrà vigilare e dirigerli in modo imparziale.
 
Nel caso in cui abbia rapporti con l’impresa che esegue i lavori, dovrà segnalarli alla Stazione Appaltante. Fino al momento del collaudo dell’opera, non potrà inoltre accettare incarichi professionali dall’esecutore.
 

Compiti del direttore dei lavori e rapporti con il RUP

Il direttore dei lavori deve verificare che in cantiere siano usati i materiali, prodotti e sistemi previsti nel progetto e nel capitolato d’appalto.
 
Prima di avviare la procedura per la scelta del contraente, il direttore dei lavori deve fornire al RUP i documenti sullo stato dei luoghi e garantire la mancanza di impedimenti in grado di ostacolare lo sviluppo del progetto.
 
Durante l’esecuzione dell’opera, il direttore dei lavori deve seguire le indicazioni del RUP, ma può comunque manifestare il suo dissenso se ritiene che si potrebbe compromettere la regolare esecuzione del contratto. Il RUP a questo punto può tenere conto delle segnalazioni o confermare la sua posizione. In quest’ultimo caso, il direttore dei lavori dovrà conformarsi a quanto stabilito.
 

Direttore dei lavori e varianti

Nel caso in cui, durante l’esecuzione del contratto, si rendano necessarie delle varianti in corso d’opera, il direttore dei lavori deve coadiuvare il RUP nelle verifiche, soprattutto per dimostrare che la variante non è imputabile alla Stazione Appaltante e non era prevedibile quando è stato redatto il progetto.
 
Il direttore dei lavori deve proporre al RUP le modifiche necessarie e non può autorizzare varianti che non siano state preventivamente autorizzate dal RUP. In caso contrario risponde personalmente delle conseguenze.
 

Contabilità

Le linee guida prevedono un sistema di contabilità elettronica in grado di garantire l’autenticità dei dati inseriti. Nei lavori di importo inferiore a 40mila euro è ammesso un sistema semplificato.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui