Carrello 0
Alila Yangshuo: da ex-zuccherificio a suggestivo resort
CASE & INTERNI

Alila Yangshuo: da ex-zuccherificio a suggestivo resort

di Cecilia Di Marzo

Il patrimonio industriale immaginato come spirito della vecchia generazione

20/12/2017 - Alila Yangshuo è un moderno resort appena inaugurato nel Guangxi (Cina), ma la sua particolarità sta in ciò che era nella sua “vita precedente”, ossia uno zuccherificio.
L'edificio, costruito negli anni '60 e circondato da un pittoresco paesaggio naturale, era splendidamente conservato, internamente ed esternamente, compresa la travatura industriale adiacente usata per il trasporto della canna da zucchero.
Lo studio Vector Architects, "immaginando il patrimonio industriale come rappresentazione dello spirito della vecchia generazione", ne ha curato l'intero progetto di ristrutturazione e conversione, partendo proprio da questa premessa.

Il vecchio zuccherificio e la capriata industriale occupano la parte centrale del complesso alberghiero, fiancheggiato da un nuovo edificio per le suite e da una villa. Una piazza incavata e lo stagno riflettente contribuiscono ad accentuare il simbolismo spirituale e il significato della vecchia struttura.

Per creare un senso di coerenza, invece di copiare semplicemente la vecchia materialità e la consistenza, i progettisti hanno cercato di utilizzare materiali e metodi di costruzione più contemporanei, conservando le sfumature cromatiche e le murature del “Vecchio”.

Il blocco di calcestruzzo cavo e quello di calcestruzzo effetto legno servono a rendere il nuovo volume visivamente più leggero e trasparente, senza disturbare l'ordine esistente, e, allo stesso tempo, migliorano l'illuminazione naturale e la ventilazione.

Il profilo del nuovo edificio è stato concepito come il più semplice possibile per evitare inutili “distrazioni” dal vecchio zuccherificio causate da una geometria eccessivamente espressiva.

“Vediamo il nostro sito come un giardino in cui gli ospiti vagano e meditano: vecchio zuccherificio, capriate industriali, nuovi volumi, laghetto riflettente e percorso definiscono spazi di diverso tipo. Due sistemi di circolazione passano e attraversano l'edificio delle suite: uno è un sistema a corridoio funzionale, mentre l'altro funge da passerella pubblica libera che collega tre importanti nodi spaziali simili a caverne. La passerella pubblica è l'estensione dell'esperienza della passeggiata al piano terra. Girovagando per il resort, gli ospiti sperimentano l'alternanza di luce e oscurità, cambiamenti di vista sul paesaggio incorniciato, distanza ed elevazione”.

Il sito è circondato da cime carsiche, fra le più tipiche della Cina, di fronte al fiume Li. L'orizzontalità dell'architettura e la verticalità della montagna carsica mostrano l'interazione tra l'artificiale e il naturale. La passerella pubblica, inoltre, è la versione geometrica e artificiale del sentiero e della grotta scavata nella montagna carsica sin dai tempi antichi.

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati