Carrello 0
URBANISTICA

Abruzzo, via libera alla riforma urbanistica

di Alessandra Marra

La norma introduce una nuova concezione del piano regolatore, la riduzione del consumo di suolo e la rigenerazione del territorio urbanizzato

Vedi Aggiornamento del 26/01/2018
19/12/2017 - Via libera dalla Regione Abruzzo ad una legge urbanistica che introduce una nuova concezione del piano regolatore comunale, favorendo la riduzione del consumo di suolo e la rigenerazione urbana. 
 
Lo scorso 15 dicembre, infatti, la Giunta Regionale ha approvato il ddl ‘Norme in materia di governo, tutela e uso del territorio’ che ha modificato in modo organico la precedente Legge Urbanistica (LR 18/1983).
 
La riforma ruota intorno ad una nuova concezione del piano regolatore comunale che privilegia il riuso del territorio; il territorio urbanizzato diventa la nuova frontiera della pianificazione urbanistica in grado di migliorare la qualità dei luoghi di vita e di lavoro di interi quartieri degradati.
 
La nuova legge, infatti, divide il territorio in aree fabbricate e non fabbricate favorendo la riqualificazione in aree già costruite.
 
L'assessore all'Urbanistica, Donato Di Matteo ha spiegato: "la differenza rispetto al passato in cui la normativa di riferimento prevedeva più tipologie di aree, spesso anche in contrasto tra di loro in quanto a pianificazione urbanistica non è di poco conto. Infatti, nelle aree del fabbricato, le vecchie zone B, C o D, è possibile determinare processi di rigenerazione, riqualificazione e di riorganizzazione costruendo anche dei contratti con i privati che comprendono istituti come perequazione e compensazione per fare in modo che questi abitati vengano ristrutturati sia ai fini dell'offerta abitativa che allo scopo di migliorare la qualità e la vivibilità delle aree stesse”. 

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Partecipa