Carrello 0
FINANZIAMENTI

Resto al Sud, al via le domande per gli incentivi

di Alessandra Marra

Sul piatto 1,25 miliardi di euro per giovani under 35 che avviano nuove imprese

15/01/2018 – A partire dalle ore 12:00 di oggi potranno essere presentate le domande per l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani fino a 35 anni nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia).
 
Le risorse stanziate sono 1,25 miliardi di euro; l’incentivo funzionerà a sportello, utilizzando la piattaforma web di Invitalia, fino ad esaurimento delle risorse stanziate.
 

Resto al Sud: cosa prevede

L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato fino ad un massimo di 50.000 euro per ciascun richiedente (200.000 in caso di società), a copertura del 100% delle spese ammissibili e costituito per il 35% da una quota a fondo perduto, e per il 65% da un prestito a tasso zero da restituire in 8 anni.
 
La misura è volta a promuovere l’avvio da parte dei giovani di nuove attività imprenditoriali riguardanti la produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura e la fornitura di servizi, compreso il turismo.
 
Sono esclusi, però, i settori del commercio e le attività libero professionali.
 
Sono ammissibili alle agevolazioni le spese e relative a:
- interventi di ristrutturazione o manutenzione straordinaria, pari al massimo al 30% del programma;
- acquisto di macchinari, impianti ed attrezzature nuovi;
- acquisto di programmi informatici e servizi per le tecnologie dell'informazione e della telecomunicazione (TIC);
- acquisto di capitale circolante inerente l’attività di impresa (materie prime e di consumo, semilavorati e prodotti finiti, utenze e canoni di locazione per immobili, eventuali canoni di leasing, acquisizione di garanzie assicurative per l’attività finanziata), pari al massimo al 20% del programma.
 
Non sono ammissibili le spese di progettazione, le consulenze e le spese di costo del personale dipendente.
 

Resto al Sud: a chi si rivolge

Possono presentare domanda i giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, residenti nelle Regioni del Sud o che trasferiscono la residenza al Sud entro 60 giorni dalla presentazione della domanda (120 giorni se residenti all’estero).
 
I richiedenti non devono risultare già titolari di attività di impresa né essere titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato presso un altro soggetto. Al momento della presentazione della domanda, i richiedenti devono risultare già costituiti come impresa individuale o società, incluse le cooperative. In alternativa è possibile costituirsi entro 60 giorni dalla presentazione della domanda (120 giorni se residenti all’estero) dalla data di comunicazione dell’esito positivo dell’istruttoria.
 
Nelle società sono ammessi soci senza i requisiti di età e residenza previsti, purché il loro numero non sia superiore ad un terzo.
 

Incentivi Invitalia: i criteri di valutazione delle proposte

La Circolare 33/2017 stabilisce tempi e modalità per la presentazione delle domande ed indica i criteri di valutazione delle proposte progettuali e le disposizioni operative per la concessione ed erogazione delle agevolazioni.
 
L'esame di merito, che prevede anche un colloquio con i proponenti, è basato su criteri di valutazione come:
- adeguatezza e coerenza delle competenze possedute dai soci rispetto alla specifica attività prevista dal progetto imprenditoriale;
- capacità dell'iniziativa di presidiare gli aspetti del processo tecnico-produttivo e organizzativo;
- potenzialità del mercato di riferimento, vantaggio competitivo dell'iniziativa e relative strategie di marketing;
- sostenibilità tecnico-economica dell'iniziativa, con particolare riferimento all'equilibrio economico;
- verifica della sussistenza dei requisiti per la concepibilità' della garanzia del Fondo centrale per le PMI.

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa
)