Carrello 0
AZIENDE

Actis per Sophie 2.0

di ACTIS

Un Loft a Milano

22/02/2018 - Sophie 2.0 è un Loft progettato da Atelier 2 di Valentina Gallotti in una zona centrale di Milano. La capitale lombarda offre infatti sempre più la possibilità di trasformazione dentro sè stessa e di riqualificazione di spazi che erano dedicati ad altro e che diventano bellissimi luoghi abitati.

Il carattere “impermanente” di questa città e la sua mutevolezza sono connaturati al dinamismo economico e alla volontà di continuo cambiamento ed evoluzione che ne fanno una città aperta e accogliente, mutevole. Quella che un giorno era la fascia industriale della città, fatta di capannoni, schiere con shed, e via dicendo è ora in fase di cambiamento e adattamento essendo mutate le esigenze d’uso che hanno di fatto spinto le zone produttive (o meglio dedicate alla logistica e alla distribuzione) fuori lasciando la fascia intermedia ex-industriale spesso abbandonata.

E’ proprio in questi interstizi urbani, spesso ricchi di fascino spaziale, che si inserisce questo progetto, dove va tenuto conto anche il limite paesaggistico che spesso vieta interventi sulla facciata esterna.

Che fare quindi? Valentina Gallotti, Atelier2, immagina una strategia di “in-veloping” cioè di involucro interno prestazionale in grado di conferire le necessarie prestazioni di isolamento termico, comfort e velocità di intervento. Il nuovo guscio abitativo interno è così composto da controstrutture, in listelli di legno o in acciaio zincato su cui vengono avviatate stratificazioni di gesso rivestito. Nelle intercapedini tutto l’isolamento, sia in verticale che in orizzontale, è ottenuto mediante sistemi sottili multistrato termoriflettenti ACTIS.

Le limitazioni degli spessori e quindi degli strati funzionali possibili, unita alla necessità di evitare fenomeni termici radiativi, così come possibili flussi di vapore, sia verso l’esterno che verso il piano superiore ha fatto optare per l’uso di un materassino multistrato termoriflettente ActisTriso Super 10+, debitamente sigillato con nastrature in modo da ottenere tutte le prestazioni di tenuta all’aria e controllo dei flussi di vapore.

Il risultato finale è uno spazio bellissimo, arioso, dove le antiche colonne in ghisa, memoria del passato industriale, restano a vista e dove la luce inonda gli spazi. Le pareti bianche e luminose nascondono dietro se stesse le stratificazioni e le intercapedini che, come fosse un thermos, assicurano le prestazioni termo igrometriche grazie all’abbinamento del nuovo “guscio” termoriflettente a tenuta abbinato all’eststente massa.
In definitiva Sophie 2.0 mostra la sua sostenibilità grazie al fatto che non si sono operate demolizioni 8con relativo smaltimento di macerie) ma si è decisa una strategia di “up-grade” termoigrometrico (invisibile) e estetico (decisamente visibile).

ACTIS su Edilportale.com
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati