Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, dubbi su impianti termici e manutenzioni nelle unità immobiliari
RISTRUTTURAZIONE Superbonus, dubbi su impianti termici e manutenzioni nelle unità immobiliari
AZIENDE

Nuovi nati in casa ISOLMANT: Isoldrum Smart e Isoldrum Top Adesivo

di ISOLMANT

Il materassino resiliente è l’ingrediente fondamentale per la posa flottante o ibrida

Commenti 1879
07/02/2018 - A colla o flottante. Sono queste le due tipologie di messa in opera di pavimenti in legno, ma la galleggiante sta prendendo sempre più piede per i molteplici vantaggi che ne derivano, a partire dai tempi di posa, sensibilmente ridotti, che riducono anche i costi di manodopera. Ma non solo. La posa cosiddetta flottante, che consiste nell’inserimento di un materassino resiliente tra il piano di posa e la pavimentazione, non richiede operazioni preliminari di preparazione del sottofondo, a parte la planarità che va rilevata anche per la posa a colla. Inoltre, può prescindere dal grado di umidità del massetto, consente di correggere facilmente e velocemente eventuali errori in fase di posa, che comunque risulta estremamente facile e più pulita.

La posa flottante permette al posatore, una volta valutato lo stato del pavimento esistente, di realizzare il lavoro in poche mosse: occorre semplicemente stendere sopra il pavimento esistente un materassino per la posa professionale, posare la nuova pavimentazione prescelta e terminare i lavori, il tutto senza rimuovere, rovinare o coprire definitivamente il pavimento esistente, senza bisogno di consolidare o trattare con primer o autolivellanti il pavimento esistente, senza uso di acqua, colle o solventi, nonché senza tempi di asciugatura, poiché la posa flottante rende la nuova pavimentazione immediatamente calpestabile. E ancora, la posa flottante è perfetta anche in caso di pavimenti radianti e consente di posare praticamente sempre, in ogni situazione e con qualsiasi tipo di finitura: su piastrelle, parquet incollato, marmo, moquette, linoleum e così via.

In tutto questo, però, c’è un ingrediente fondamentale e imprescindibile: il materassino resiliente, a cui si deve stabilità, insonorizzazione e isolamento. Ed è proprio un particolare materassino la causa principale della cattiva (e infondata) fama della posa flottante: è conosciuto come “scoppiettino” ed è un materassino realizzato in polietilene non reticolato di spessore di 2 o 3 mm e densità inferiore ai 30 kg/mc.?Lo “scoppiettino”, nato come prodotto per imballaggio, è tuttora il materassino erroneamente più utilizzato per la posa flottante di laminati e parquet, pur non avendo nessuna delle caratteristiche meccaniche o fisiche necessarie ad accompagnare la posa di un pavimento.

È chiaro quindi il motivo per cui in caso di posa flottante – così come per la ibrida – sia di vitale importanza scegliere materassini di altissima qualità e prestazioni. È il caso della gamma IsolDrum di Isolmant, una linea studiata ad hoc dalla ultra decennale esperienza di Tecnasfalti (azienda proprietaria del brand Isolmant) che propone una selezione di materassini professionali per qualsiasi esigenza di posa, anche con funzione di barriera vapore integrata.

Tutti i materassini IsolDrum consentono di proteggere il pavimento flottante nel tempo, ma soprattutto di migliorarne le caratteristiche intrinseche, incrementandone per esempio le caratteristiche di isolante acustico e termico. La gamma prevede prodotti studiati per qualsiasi esigenza: in caso di umidità, di forti sollecitazioni, di pavimenti radianti, di superfici fredde, di sottofondi corrugati, ogni situazione ha il suo IsolDrum ideale.
 
E da oggi ci sono due nuovi prodotti in più:
IsolDrum LVT Smart, materassino di spessore 1,4 mm costituito da fibra di legno ad alta densità (538 gr/mq), è stato appositamente studiato per la posa di LVT su pavimentazioni esistenti, garantisce nel contempo un ottimo isolamento acustico ai rumori impattivi. L’altissima resistenza alla compressione permette di preservare il meccanismo a click della pavimentazione. Inoltre, i componenti naturali che lo costituiscono e il processo produttivo a bassissimo impatto lo rendono un prodotto 100% ecologico ed ecosostenibile, nonché idoneo anche nelle applicazioni con sistema di riscaldamento a pavimento. È prodotto in lastre e certificato Blue Angel.
 
 IsolDrum Top Adesivo, studiato appositamente per posa ibrida o semi-flottante, ossia un tipo di posa in cui il pavimento pur rimanendo disconnesso dal piano di posa faccia corpo unico con il materassino, consigliata in caso di posa di parquet massello o parquet stratificato a due strati, di parquet su massetti radianti a basso spessore, su pavimentazioni pre-esistenti che devono restare integre, su piani di posa inconsistenti o irregolari oppure, ancora,  di pavimenti soggetti a variazioni dimensionali. L’utilizzo di IsolDrum Top Adesivo garantisce di ottenere un tipo di posa semplice e veloce come quella flottante e stabile e sicura come quella a colla. Il prodotto è idoneo anche nelle applicazioni con sistema di riscaldamento a pavimento. Il prodotto presenta uno strato resiliente costituito da materiale termoconduttivo viscoelastico di elevata densità, rivestito da uno strato adesivo protetto da pellicola siliconata, e lo spessore totale è di 1,8 mm circa.

Sul canale YouTube Tecnasfalti il nuovo video di Isoldrum Top Adesivo, il prodotto ideale per la posa ibrida del parquet  con info e indicazioni di posa.
 
Il nuovo Catalogo Tecnico di Isolmant “La posa flottante del parquet” è un utile strumento per comprendere al meglio caratteristiche e vantaggi di posa flottante e ibrida, nonché il prodotto migliore da utilizzare in base alle condizioni esistenti. Si può richiedere una copia gratuita scrivendo a [email protected] 

Isolmant - TECNASFALTI su Edilportale.com
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui