Carrello 0
Architettura e vino Primitivo: la Masseria Li Reni
CASE & INTERNI

Architettura e vino Primitivo: la Masseria Li Reni

di Valentina Ieva

Da convento cinquecentesco a dimora di charme e casa vinicola

12/02/2018 - A Manduria, la terra del vino Primitivo, nasce la Massera Li Reni, un ex convento cinquecentesco appartenuto originariamente alla famiglia Troiani, nobile casato di Eboli. 

A partire dagli anni Quaranta questo luogo è diventato sede di produzione di vini di qualità, a cura della famiglia Vespa che rileva la proprietà nel 2015, realizzandovi una dimora di charme.

I recenti restauri, per mano di Vincenzo Russo, con l’intento di recuperare il pregio della masseria e nel rispetto della sua valenza storica, hanno restituito gli originari volumi degli ambienti interni definiti da murature e volte realizzate in tufo salentino.

La masseria ospita oggi quattro suite ed ambienti comuni, tra cui due ampie sale per la ristorazione ed un salotto con un grande camino.
 
I materiali impiegati (pietra spuntellata, legno, vetro ed acciaio) parlano il linguaggio della tradizione costruttiva delle masserie pugliesi e cercano un dialogo con il lessico contemporaneo degli arredi e delle finiture in resina. 

A dialogare con l'architettura antica sono anche la sistemazione esterna, con la riqualificazione del cortile, e quella per la creazione dei percorsi e delle aree a verde. 



 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa
)