Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
TECNOLOGIE Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
NORMATIVA

Il bonus mobili vale se i lavori sono stati realizzati nel 2017?

di Rossella Calabrese

E per le spese di trasporto e montaggio? L’Agenzia delle Entrate risponde ai quesiti dei contribuenti

Vedi Aggiornamento del 13/06/2018
Commenti 8929
23/02/2018 - Chi ha realizzato una ristrutturazione nel 2017 può fruire del bonus mobili su arredi acquistati nel 2018? Nelle spese detraibili rientrano quelle per il trasporto e il montaggio? A questi due quesiti dei contribuenti risponde FiscoOggi, la rivista online dell’Agenzia delle Entrate.
 
La prima lettera, inviata a febbraio 2018, chiede: ‘a ottobre 2017 ho effettuato un intervento di ristrutturazione sul mio appartamento e ora ho intenzione di acquistare dei mobili per arredarlo: posso usufruire del bonus mobili?’.
 
La risposta dell’Agenzia è affermativa: alla luce di quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2018, è possibile usufruire della detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione, anche per gli acquisti che si effettuano nel 2018, limitatamente agli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 1º gennaio 2017 (art. 16, comma 2, DL 63/2013, come modificato dall’articolo 1, comma 3, Legge di Bilancio 2018).
 
A prescindere dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione - ricorda l’Agenzia -, il bonus mobili deve essere calcolato su un importo massimo di 10mila euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. La detrazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo.
 
SCARICA LA GUIDA EDILPORTALE SUL BONUS MOBILI 
 
Il secondo quesito è: ‘Le spese di trasporto e montaggio rientrano nel bonus mobili?’
 
Nell’importo delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici (per cui si usufruisce della detrazione Irpef del 50% - bonus mobili) - spiega l’Agenzia - possono essere considerate anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati (Circolare 29/E del 18 settembre 2013, paragrafo 3.4).
 
Anche i pagamenti di queste ultime, peraltro, devono essere effettuati con bonifico o carta di debito o credito. Non è consentito, invece - aggiunge l’Agenzia -, pagare con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa