Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Concorso per 120 ingegneri e geologi al MIMS, pubblicato il bando
PROFESSIONE Concorso per 120 ingegneri e geologi al MIMS, pubblicato il bando
AZIENDE

Lecablocco per due ville bifamiliari in classe energetica A

di Anpel

Comfort abitativo di prima classe a Parma

26/03/2018 - Il progetto per la realizzazione di due ville unifamiliari su due lotti di terreno confinanti a Parma ha visto la specifica richiesta da parte della committenza di coniugare esigenze di tipo strutturale con il risparmio energetico, l’isolamento acustico e il contenimento dei costi. Caratteristiche che il sistema costruttivo Lecablocco Bioclima Zero di ANPEL - Associazione Nazionale Produttori Elementi Leca, è in grado di soddisfare grazie alla sua capacità di coniugare prestazioni ad alta efficienza e tempi di esecuzione rapidi e contenuti in modo di ottimizzare le risorse necessarie alla realizzazione del progetto.

La costruzione della prima villa che si trova fronte strada è stata pensata su tre livelli: al piano seminterrato si trova l’autorimessa, il locale impianti, la cantina e un’ampia taverna, al piano terra i locali abitativi e al primo piano il sottotetto. La seconda villa si sviluppa, invece, solo su due livelli, piano terra e piano sottotetto. Per entrambe le costruzioni l’architetto Gino Occhialini ha pensato a una copertura arcuata e a delle forme e dei volumi arrotondati che ben si inserissero nel contesto circostante.
 
Una particolare attenzione nel progetto costruttivo è stata riservata a quelle caratteristiche tecniche e progettuali legate al miglioramento delle condizioni di comfort all’interno dell’alloggio. Il raggiungimento di un’elevata efficienza energetica è stato un obiettivo preponderante in sede progettuale: dalla scelta di un sistema costruttivo che garantisse un ottimo isolamento termico invernale ed estivo, alla ventilazione meccanizzata, all’ illuminazione naturale e all’impianto di raffrescamento nelle due ville. Particolare attenzione è stata posta sull’inerzia termica delle strutture opache nonché all’annullamento della dispersione dei ponti termici. L’isolamento termico, l’uso di fonti a energia rinnovabili e lo studio nell’orientamento del fabbricato per la gestione degli apporti solari sia nei mesi estivi sia nei mesi invernali hanno permesso a questo edificio il raggiungimento di una prestazione energetica in classe A.
 
Anche i materiali utilizzati hanno contribuito nella costruzione dell’involucro a migliorare le prestazioni energetiche. La struttura portante è stata realizzata a telaio in cemento armato utilizzando come muratura di tamponamento Lecablocco Bioclima Zero19T per uno spessore al finito di circa 40 cm. Lecablocco Bioclima Zero è il blocco preaccoppiato in calcestruzzo di argilla espansa Leca e strato di isolamento in polistirene con grafite che permette di raggiungere una trasmittanza termica di 0,19 W/m2K con un’unica posa.
 
Nella costruzione delle due ville l'argilla espansa Leca non è presente solo nei blocchi per murature: nel perseguire l’obiettivo della massima efficienza energetica, l’isolamento del solaio controterra è stato realizzato con uno strato in Leca Termopiù, la speciale argilla espansa antirisalita di umidità di Laterlite. Le pareti interrate in calcestruzzo sono state inoltre isolate con il sistema Termobag, sacconi in polipropilene riempiti in Leca Termopiù che offrono isolamento termico alle pareti, massima drenabilità consentendo il deflusso delle acque e protezione alla guaina bituminosa.

ANPEL - Ass. Naz. Produttori Elementi Leca su Edilportale.com
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui