Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate
AZIENDE

Novità Aermec alla fiera MCE 2018

di AERMEC

Commenti 2141
07/03/2018 - Tra le numerose novità che AERMEC presenterà in occasione della fiera  MCE sono particolarmente degne di nota, nell’ambito dei terminali idronici, i ventilconvettori a basso spessore per applicazioni residenziali Omnia Slim e la nuova serie di ventilconvettori a parete con ventilatore ad inverter FCWI.

Omnia Slim è una innovativa serie di ventilconvettori per applicazioni residenziali caratterizzati dal design esclusivo e dallo spessore estremamente ridotto (solo 129 mm); dotate di ventilatore tangenziale e disponibili sia nella versione a 3 velocità che nella versione con motore brushless, le 5 taglie di Omnia Slim  assicurano un comfort assoluto grazie alla possibilità di differenziare la direzione del lancio dell’aria a seconda della stagione (verso l’alto in raffrescamento e verso il basso in riscaldamento, annullando di fatto la stratificazione).
FCWI è la nuova serie di ventilconvettori per installazione a parete, caratterizzata da un ampliamento di gamma rispetto alla precedente serie (fino a 5,1 kW frigoriferi su singola unità) e dalla presenza del motore brushless per un migliore comfort acustico e termico.

Rappresentano  poi una novità assoluta le travi fredde attive EHT, frutto della ricerca ed innovazione AERMEC in collaborazione con prestigiosi istituti universitari europei; studi fluido-dinamici accurati hanno portato alla realizzazione di una trave fredda attiva ad induzione con geometria e dimensionamento degli ugelli di immissione aria primaria assolutamente innovativi che ottimizzano il rapporto di induzione e le prestazioni della trave stessa. Disponibili in moduli di larghezza 600 mm ed in 8 taglie di diversa lunghezza (da 900 mm a 3000 mm), le travi fredde EHT sono estremamente semplici da integrare nel contro-soffitto dell’ambiente servito.

Le caratteristiche e le prestazioni  delle travi fredde (basso livello sonoro grazie all’assenza di parti in movimento, elevato standard di igiene grazie alla facilità di pulizia e manutenzione, comfort assoluto grazie alla distribuzione dell’aria agevolata dall’effetto coanda) sono esaltate dalle particolarità costruttive di questi terminali, che risultano particolarmente adatti per applicazioni  con basso carico frigorifero latente in ambito terziario e nelle strutture sanitarie.

Da sempre attenta alle esigenze della qualità dell’aria negli ambienti indoor, AERMEC affianca alle diverse famiglie di recuperatori di calore ad elevata efficienza già presenti a catalogo il nuovo recuperatore termodinamico RTD.

Si tratta di unità di ricambio aria dotata di recupero termodinamico ad elevata efficienza effettuato mediante il circuito frigorifero integrato con compressore ad inverter, in grado di garantire risparmio energetico e il controllo preciso della temperatura in mandata; sono pertanto la soluzione ideale per l’integrazione con impianti ad espansione diretta e idronici, disponibili in 6 taglie per un range di portate nominali da 1100 mc/h a 3200 mc/h e di versatile applicazione.
Nell’ambito delle macchine da impianto (refrigeratori e pompe di calore) spicca tra le macchine aria-acqua la nuova serie di refrigeratori NRB per il range di potenze frigorifere da 56 kW a 209 kW; disponibili in diverse versioni con differenti livelli di efficienza e di prestazioni acustiche, sono macchine caratterizzate da basse emissioni sonore e da elevatissima efficienza stagionale; le elevate prestazioni in regime stagionale sono dovute alla accurata progettazione del circuito frigorifero, ed alla scelta di componenti innovativi quali compressori scroll ottimizzati per la massima efficienza stagionale e le batterie di condensazione rame-alluminio con tubi a diametro ridotto, appositamente studiati per massimizzare lo scambio termico e ridurre la quantità di refrigerante impegnata. Gli elevati valori di efficienza media stagionale (SEER e ηsc ) sono tali da rendere queste macchine già compatibili con gli sfidanti target di efficienza che saranno imposti da Regolamento Europeo 2281/2016 a partire dal 2021.

A rendere ancora più performanti queste macchine contribuiscono anche logiche di gestione ottimizzate della ventilazione (HP flottante) e la funzione Night Mode, che permette di ridurre la potenza sonora grazie alla modulazione dei ventilatori in fasce orarie selezionate dall’utente. Per le macchine acqua-acqua grande innovazione è rappresentata dalle pompe di calore per elevata temperatura serie WRK e WWB

Le pompe di calore acqua-acqua reversibili lato refrigerante serie  WRK, per installazione da interno,  coprono un range di potenze termiche da 38,9 kW a 165,9 kW e permettono di raggiungere la temperatura acqua prodotta di 65°C;  rappresentano quindi una valida alternativa alle tradizionali caldaie per impianti di riscaldamento centralizzati con terminali ad alta temperatura quali radiatori esistenti e per la produzione di acqua calda sanitaria; il circuito con compressore scroll ad iniezione di vapore permette di raggiungere i limiti operativi estesi ed elevatissimi valori di efficienza puntuale e stagionale (ηsH fino a 195% con acqua a media temperatura 55°C), WRK rappresenta pertanto una soluzione ideale non solo nelle nuove costruzioni ma anche nell’efficientamento di impianti esistenti.

La pompa di calore acqua-acqua WWB per applicazioni di solo riscaldamento rappresenta invece lo strumento ideale per tutte le applicazioni in cui è necessario disporre di fluido caldo a due livelli di temperatura (bassa/media temperatura ed alta temperatura); costituita da due circuiti frigoriferi non invertibili, questa pompa di calore (che  è disponibile in 8 taglie e copre un range di potenze termiche da 50 kW a 220 kW) è costruita da due circuiti frigoriferi con   un compressore per circuito, ottimizzato per il riscaldamento alle altissime temperature; solitamente  impiegata in cascata ad una pompa di calore o ad una macchina polivalente, permette di sfruttare la maggiore efficienza della macchina di base nella produzione di acqua a bassa/media temperatura per la climatizzazione invernale con pavimento radiante o ventilconvettore, e di trasferire parte dell’energia termica ad acqua ad alta ed altissima temperatura (fino ad 80°C) per servire circuiti di riscaldamento per radiatori o per la preparazione acqua calda sanitaria; essa trova molteplici applicazioni nelle utenze alberghiere, nelle strutture poli-funzionali e in ambito industriale.

Per l’originalità della proposta la macchina  acqua-acqua modulare  WWM rappresenta la soluzione ideale in ambiti in cui gli spazi tecnici, la trasportabilità e la posa delle macchine sono gli aspetti più critici per il progettista e l’installatore di impianti; è disponibile in unica taglia da 96 kW frigoriferi e 109 kW termici, con la possibilità di connettere fino a 36 unità con diverse configurazioni (sovrapponibili fino a 2 livelli) e con accorgimenti che rendono semplice e immediata l’interconnessione tra i moduli sia dal punto di vista idraulico che elettrico; particolare non trascurabile è la facile accessibilità per la manutenzione dei singoli moduli e la facilità con cui i sistemi possono essere gestiti dall’evoluto sistema AERMEC MULTICHILLER EVO.

Tra le macchine di grande potenza merita di essere citato il refrigeratore acqua-acqua con compressori centrifughi e scambiatori a fascio tubiero serie WTX; disponibili con potenze fino a 1950 kW, questa serie permette di raggiungere elevatissimi valori di efficienza (SEER fino a 9,38 ed ηsC fino a  367,1%) anche grazie  all’impiego degli innovativi scambiatori a fascio tubiero allagati con spray system che consentono una riduzione della carica di refrigerante rispetto ai tradizionali scambiatori allagati ed il raggiungimento di livelli di efficienza più elevati.

Tra le altre novità presenti nello stand AERMEC di MCE il nuovo chiller in pompa di calore mono-blocco aria-acqua HMI per applicazioni residenziali (disponibile con potenze fino a 16 kW), caratterizzato dall’impiego del refrigerante R32 a basso GWP.

L’introduzione del R32 caratterizza infine anche la nuova serie di split AERMEC serie SLG, che affiancherà nella sezione dedicata all’espansione diretta altre novità quali i sistemi VRF serie MVAM HR con recupero termico, che permettono di servire ambienti con carico di segno opposto contemporaneamente e con recupero termico grazie alla tecnologia a 3 tubi.

AERMEC su Edilportale.com
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui