Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Efficienza energetica, in Molise 3 milioni per professionisti e Pmi

di Paola Mammarella

Contributi pari al 40% degli investimenti da 20mila a 500mila euro. Domande fino al 30 aprile 2018

21/03/2018 – Il Molise ha stanziato più di 3 milioni di euro per l’efficientamento energetico delle micro, piccole e medie imprese. Lo prevede il bando pubblicato sul Bollettino Ufficiale del 14 marzo.
 
Alle agevolazioni possono accedere anche i liberi professionisti e loro associazioni, che lo statuto dei lavoratori autonomi (Legge 81/2017) ha equiparato alle Pmi.
 
Le domande potranno essere presentate entro le ore 12.00 del 30 aprile 2018.
 

Efficienza energetica, le agevolazioni

Le agevolazioni consistono in un contributo pari al 40% dell’investimento, il cui importo dovrà essere compreso tra 20mila e 500 mila euro.
 
Sono ammesse anche le spese tecniche (consulenze, controllo energetico, progettazione e direzione dei lavori, collaudi ecc.) nel limite del 10% dell’importo totale del programma di investimento e le spese connesse all’investimento materiale (opere murarie, installazione e posa in opera di impianti o componenti degli involucri edilizi ecc.). Non sono invece ammissibili le spese sostenute per opere non strettamente connesse agli obiettivi di risparmio energetico, le spese di viaggio, le imposte ecc.
 

Efficienza energetica, gli interventi agevolati

Sono ammissibili alle agevolazioni le diagnosi energetiche e gli interventi di efficientamento energetico, cioè l’installazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento, gli interventi finalizzati all'aumento dell'efficienza energetica nei processi produttivi o dell’immobile della sede operativa, la sostituzione di sistemi e componenti a bassa efficienza, l’installazione di nuove linee di produzione ad alta efficienza energetica, la realizzazione di piccole infrastrutture di rete (micro-grid) per la condivisione del surplus energetico la cui energia prodotta non sia finalizzata alla vendita.
 
Incentivata anche l’installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili (fino ad una potenza nominale non superiore a 500 kW elettrici) la cui energia prodotta sia interamente destinata all’autoconsumo della sede operativa.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa
)