Carrello 0
TOUR 2018

La ‘macchina per abitare’ al MUSE di Trento

Architetto Claudio Lucchin a Edilportale Tour 2018: ‘siamo immersi in un mondo di brutture e bruttezze. Occorre un reale cambiamento culturale’

Vedi Aggiornamento del 11/05/2018
28/03/2018 - Anche se l’edilizia diventa sempre più tecnologica, è il committente che deve cambiare idea. Con questo concetto Claudio Lucchin, founder dello studio Claudio Lucchin & Architetti Associati e progettista del NOI Techpark di Bolzano, ha aperto la settima tappa di Edilportale Tour 2018, nel suggestivo MUSE, il Museo delle Scienze di Trento, progettato dall’architetto Renzo Piano.
 
“Il maestro Le Corbusier - ha spiegato Lucchin - conia il concetto di ‘macchina per abitare’ dove la macchina è il motore della società. Noi esseri umani impariamo facendo. Dobbiamo essere curiosi: se non lo siamo e non veniamo stimolati dall’ambiente in cui viviamo, ci impoveriamo come essere umani”.
 
L’architettura incide tantissimo sulla formazione culturale del genere umano. Per questo, secondo l’architetto Lucchin, va presa con grandissima attenzione: “siamo immersi in un mondo fatto di brutture (in termini estetici) e bruttezze (in termini etici). O noi cambiamo approccio ai problemi dello sviluppo del nostro modo di vivere la nostra terra o non avremo più possibilità di vivere. Senza un reale cambiamento culturale non si risolverà nulla”.
 
Scarica gli atti del convegno allegati a questa pagina

Guarda le fotografie dell’evento

Guarda il video della tappa

È il concetto ruolo degli edifici e relazione uomo-ambiente ad essere approfondito da Andrea Gasparella, docente della Facoltà di Scienze e Tecnologie alla Libera Università di Bolzano: “l’edificio comporta un certo impatto sull’ambiente, svolgendo un ruolo importante nel determinare il fabbisogno energetico umano”. Cosa dobbiamo fare per ridurre questo impatto?
 
Una soluzione potrebbe essere riqualificare l’esistente. I 3/4 degli edifici europei sono inefficienti dal punto di vista energetico. Se vogliamo tagliare del 90% il fabbisogno degli edifici, dobbiamo intervenire sull’esistente. “Non c’è un’unica soluzione ottimale, esistono diverse soluzioni a seconda delle nostre esigenze” - ha concluso il professore.
 
Una possibile è stata fornita da Francesco Nesi, Direttore di Passivhaus Italia, che ha illustrato alla platea un concept di benessere abitativo coniugato agli standard Passivhaus. Altra possibilità è stata illustrata da Marco Baratieri, docente della Facoltà di Scienze e Tecnologie alla Libera Università di Bolzano, che ha illustrato l’aspetto ambientale e energetico dell’utilizzo delle biomasse: “Bisogna favorire l’utilizzo delle biomasse locali e usare le migliori tecnologie disponibili in modo da sfruttare al massimo il contenuto energetico della biomassa che abbiamo a disposizione”.
 
Prospettive interessanti per un’edilizia intelligente sono state fornite da Alfredo Nepi (Finstral), Jonathan di Tommaso (Knauf), Valentino Pesce (DPS Floor) e Marco Toro (mattONE).
 
ISCRIVITI ALLA TUA TAPPA

La partecipazione all’Edilportale Tour dà diritto a crediti formativi (CFP) per ingegneri, architetti, geologi, geometri e periti industriali.
 
Per confrontarsi su particolari problematiche di progetto e chiedere una consulenza tecnica sull’utilizzo di prodotti e tecnologie, i progettisti possono incontrare le aziende, prenotandosi online.
 
Edilportale Tour è un’iniziativa di Edilportale in collaborazione con Knauf e Roofingreen.
 
Con la partecipazione di: Doc Airconcrete, Brianza Plastica, HP, Isotex, Innova, DPS Floor, Gerflor, Bio-Safe, Geberit, Ideal Standard, Finstral, EdiliziAcrobatica, Cantori, Campigli Legnami, Berner, Isotecnica, Bioisotherm, GEAL by BeL Chimica, Isopan, Silla.
 
Partner: Agorà
Sito ufficiale: http://tour.edilportale.com/
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati