Carrello 0
AZIENDE

Wavin Italia entra nel consorzio Q-RAD

di WAVIN ITALIA

Percorso orientato ad un continuo miglioramento delle prestazioni

11/04/2018 - Wavin Italia, azienda specializzata nello sviluppo di tubazioni plastiche nel settore edilizio e nelle infrastrutture che fa parte della Business Unit Fluent Europe del Gruppo Mexichem, è lieta di annunciare il suo ingresso nel Consorzio Produttori di Sistemi Radianti di Qualità, Q-RAD.
 
“Aderire a Q-RAD significa per noi di Wavin Italia continuare il nostro percorso orientato ad un continuo miglioramento delle prestazioni e offrire una garanzia ancora più importante della qualità delle soluzioni offerte –sottolinea Emilio Rigiroli, Territory Director di Wavin Italia e Turchia- con il nostro ingresso nel Consorzio ci proponiamo di mettere a disposizione e al servizio di tutta la filiera il know-how e l’esperienza maturata in oltre 25 anni di attività, promuovendo ancor di più un tema fondamentale come quello del comfort abitativo”.
 
Il Consorzio Produttori di Sistemi Radianti di Qualità, Q-RAD, è composto da aziende produttrici di sistemi radianti, aziende affini al settore e da enti di ricerca e associazioni. Lo scopo principale del Consorzio è quello di promuovere, valorizzare e sviluppare la consapevolezza dei vantaggi del riscaldamento e raffrescamento radiante come soluzione per contribuire al risparmio energetico e offrire un comfort abitativo, sia in ambito residenziale che nel settore terziario ed industriale. Q-RAD contribuisce inoltre, alla diffusione di informazioni tecniche, prestazionali ed applicative, relative ai sistemi radianti, con lo scopo di favorirne il corretto impiego, alla divulgazione delle normative di riferimento ed iniziative che interessano tutti gli stakeholder del settore.
 
Per ulteriori informazioni sul Consorzio Q-Rad è possibile visitare il sito web http://www.q-rad.it.

WAVIN ITALIA su Edilportale.com
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: la domanda Partecipa