Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Rigenerazione urbana, in 26 anni falliti 76 tentativi di modificare la legge urbanistica
NORMATIVA Rigenerazione urbana, in 26 anni falliti 76 tentativi di modificare la legge urbanistica
RISPARMIO ENERGETICO

Ecobonus 65% per microcogeneratori, ecco come ottenerlo

di Alessandra Marra

Enea: agevolabili quelli in sostituzione di impianti esistenti con un risparmio di energia primaria maggiore del 20%

Vedi Aggiornamento del 11/10/2018
05/04/2018 – Come ottenere l’ecobonus 65% per i microcogeneratori, quali requisiti tecnici deve possedere l’impianto e quali documenti bisogna conservare.
 
A spiegarlo l’Enea nel Vademecum sui microcogeneratori che da quest’anno, grazie alle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018, usufruiranno della detrazione 65%.
 

Efficienza energetica e microcogeneratori: i requisiti tecnici 

L’Enea ha specificato che, per beneficiare dell’agevolazione, l’intervento deve condurre a un risparmio di energia primaria (PES) pari almeno al 20%.
 
Inoltre, tutta l’energia termica prodotta deve essere utilizzata per soddisfare la richiesta termica per la climatizzazione degli ambienti e la produzione di acqua calda sanitaria.
 
Infine, per impianti di potenza termica utile complessiva> 100 kW il sistema di distribuzione deve essere messo a punto ed equilibrato in relazione alle portate.
 
Il limite massimo di spesa ammissibile è di 100 mila euro e sono agevolabili le spese per:
- smontaggio e dismissione dell’impianto di climatizzazione esistente;
- fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, delle opere idrauliche e murarie necessarie per la sostituzione a regola d’arte dell’impianto termico esistente con una caldaia a condensazione;
- interventi per l’adeguamento della rete di distribuzione, dei sistemi di accumulo, dei sistemi di trattamento dell’acqua, dei dispositivi di controllo e regolazione nonché sui sistemi di emissione;
- spese per le prestazioni professionali necessarie alla realizzazione degli interventi nonché della documentazione tecnica necessaria.
 

Ecobonus 65% per i microcogeneratori: la documentazione 

E’ necessario trasmettere esclusivamente attraverso l’apposito sito web dell’Enea (finanziaria2018.enea.it) la 'Scheda descrittiva dell'intervento'.
 
La documentazione da conservare c’è:
- asseverazione redatta da un tecnico abilitato (ingegnere, architetto, geometra o perito iscritto al proprio Albo professionale) attestante il rispetto dei requisiti tecnici di cui sopra;
- dichiarazione del fornitore (o produttore) dell’unità di micro-cogenerazione dalla quale si abbia evidenza delle prestazioni energetiche e in cui si attesti l’assenza di dissipazioni termiche, variazioni del carico, regolazioni della potenza elettrica, rampe di accensione e spegnimento di lunga durata, altre situazioni di funzionamento modulabile che determinano variazioni del rapporto energia elettrica/energia termica.

Ricordiamo che per accedere al bonus è necessario che, alla data della richiesta di detrazione, l’edificio su cui si opera si esistente, in regola con il pagamento di eventuali tributi e dotato di impianto termico.

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione