Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Ristrutturare il patrimonio edilizio, quanto contano le detrazioni fiscali?

Ristrutturare il patrimonio edilizio, quanto contano le detrazioni fiscali?

Partecipa al sondaggio di Edilportale su ecobonus, bonus ristrutturazioni, sismabonus, Conto Termico e bonus verde

Vedi Aggiornamento del 24/09/2018
Ristrutturare il patrimonio edilizio, quanto contano le detrazioni fiscali?
di Rossella Calabrese
03/08/2018 - Le detrazioni fiscali per i lavori sugli edifici e sugli impianti rappresentano una fetta consistente del lavoro dei progettisti.
 
Ecobonus, bonus ristrutturazioni, sismabonus, Conto Termico e bonus verde contribuiscono in modo sostanziale alla decisione da parte dei committenti di intraprendere lavori di riqualificazione energetica, ristrutturazione, adeguamento sismico e impiantistico degli edifici e di rinnovare aree verdi e giardini.
 
Ad esempio, grazie all’ecobonus, le famiglie italiane hanno investito nel 2017 oltre 3,7 miliardi di euro per realizzare circa 420mila interventi di riqualificazione energetica (Fonte: 7° RAEE di ENEA).
 
Per quel che riguarda il Conto Termico invece, dall’avvio del meccanismo al 1° febbraio 2018, sono stati incentivati circa 71 mila interventi, per un totale di circa 245 milioni di euro (Fonte: GSE).
 
Ma esattamente quanto del lavoro dei progettisti deriva dalle detrazioni fiscali? Da quale tipologia di committenza? E quali sono i lavori per i quali viene richiesta la consulenza?
 
E cosa accadrebbe se le detrazioni fiscali fossero ridimensionate, come ipotizzato dal Ministero dello Sviluppo economico?
 
FACCI SAPERE LA TUA OPINIONE PARTECIPANDO AL SONDAGGIO!
 

 
Le più lette