Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi
LAVORI PUBBLICI Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi
AMBIENTE

Dalla macina al turismo, l’evoluzione dei mulini

di Paola Mammarella

Fanno da sfondo a percorsi per la riscoperta delle tradizioni centenarie e delle produzioni locali

Vedi Aggiornamento del 26/11/2018
Commenti 1367
17/09/2018 – Usati per secoli per la macina e alimentati da corsi d’acqua o dal vento. In Italia ce ne sono stati diversi, ma solo alcuni sono intatti e conservano la loro funzione o si sono riconvertiti al turismo.
 

Hotel Mulino Grande, Cusago – Milano

Da mulino ad acqua si è trasformato in albergo dotato di suite di lusso e location per eventi e matrimoni. La struttura e gli ingranaggi sono ancora ben visibili negli ambienti interni ed esterni.
Foto: Hotel Mulino Grande


Mulino d'Infersa, Trapani

Questo mulino a vento ha una tradizione secolare. Si trova all’interno delle saline Ettore e Infersa, oggi gestite da una società di servizi turistici che si occupa della promozione del “saliturismo”, dei beni paesaggistici e culturali della fascia costiera Trapani-Marsala attraverso il “sale marino”. Nel 2015 le Saline della Laguna sono state elette “Luogo del Cuore” FAI, vincendo la speciale classifica EXPO 2015.
 Foto: Saline della laguna
 

Mulino natante di Revere – Mantova

È una fedele ricostruzione dei mulini natanti che fino ai primi del Novecento hanno popolato il fiume Po da Cremona alla sua foce. Il mulino è un’opera realmente funzionante con la potenza idraulica impressa dalla corrente del fiume, in grado di produrre in piccola quantità tradizionali farine alimentari da destinare ai turisti.
Foto: Wikipedia - Debbypippi
 

Su Mulinu Vezzu, Olzai – Nuoro

È uno degli ultimi esempi di architettura preindustriale della Sardegna. Costruito nel Settecento, nel 2002 è stato acquistato dal Comune e recuperato. Ogni anno è visitato da centinaia di persone che assistono alla produzione di grano e orzo.
Foto: Olzai turismo
 

Mulino Scarbolo, Cividade del Friuli - Udine

Questo mulino, esempio di archeologia industriale, risale al Cinquecento e ha svolto la sua attività di macinazione del frumento e delle granaglie e alla spillatura dell'orzo fino agli anni Ottanta. Oggi è stato valorizzato a fini turistici.
Qui un’immagine d’epoca
Foto: Scarbolo.eu

Mulino di Casto, Brescia

La struttura del Cinquecento è ancora funzionante, ma spesso soggetta a manutenzione per colpa dei rifiuti impropriamente gettati nel fiume.
 Foto: Val Sabbia Tour

All'esterno l'acqua del torrente viene deviata e canalizzata in quattro piccole vasche di laminazione.
Foto: aiams.eu
 

Antico Molino rosso, Buttapietra – Verona

Sorge in prossimità di un corso d’acqua e di ampi campi di grano. Si è reinventato mantenendo la sua funzione a pieno regime. Oltre ad ospitare turisti e visitatori, continua a produrre pane, pasta e altri prodotti da agricoltura biologica oltre ad organizzare corsi di cucina. I suoi prodotti sono protagonisti delle maggiori fiere di settore.
 Foto: Antico Molino Rosso
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui