Carrello 0
Vivere in un ex gasometro
CASE & INTERNI

Vivere in un ex gasometro

di Rossana Vinci

A Londra, lo studio tutto al femminile N°12 cura gli interni di un ex gasometro convertito in un complesso residenziale di lusso

18/09/2018 - Dopo l'all-women private members’ club The AllBright, a Londra, lo studio di design e architettura N°12, fondato nel 2015 da Katie Earl e Emma Rayner, ha recentemente completato un'altra sfida nella capitale inglese.

Si tratta dell’ interior design di alcuni appartamenti - con due o tre camere da letto - all'interno del Gasholders London, il complesso residenziale di 145 appartamenti nella zona di King's Cross, sorto in tre ex-gasometri di Londra, su un’area di 27 ettari.
Il progetto porta la firma dello studio WilkinsonEyre: tre edifici circolari che diventano un nuovo centro polifunzionale, tra attività commerciali, uffici e residenze private di lusso progettate dallo studio No.12.



Per gli interni degli appartamenti le due designer hanno scelto approccio contemporaneo che non rinuncia a un tocco sofisticato, immaginando come committenti collezionisti d’arte, viaggiatori e giovani imprenditori.

Ogni appartamento ha una terrazza o un balcone con vista su tutta la città e in particolare sul Regent’s Canal che vi scorre vicino. Questo permette agli appartamenti di essere inondati dalla luce naturale  una delle maggiori ispirazioni per le due designer  che entra nello spazio e ci rimane nell’arco di tutta la giornata.


 
Tantissimi gli arredi realizzati su misura e dal forte carattere inglese – tra cui i numerosi complementi d'arredo e le lampade, così come le opere d’arte selezionate  completano e danno ritmo agli interni dell’edificio e dialogano con la complessa pianta circolare.

Gli appartamenti, da due o tre camere, si distinguono tra loro per lo stile e la ricercatezza dei pezzi. Quelli più grandi hanno un’atmosfera più “maschile” sui toni del verde e del blu; i più piccoli invece sono caratterizzati da un’atmosfera più “femminile”, calda e morbida, basati su una tavolozza cromatica che oscilla tra l’arancione e i rossi desaturati.
 
Anche tutti gli spazi comuni inclusi nel progetto sono stati progettati da No.12: dalle lobby alla reception, dalla business suite alla sala meeting, dalla sala intrattenimento alla spa, fino al giardino pensile condiviso.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
La domotica, quali risvolti sociali ed economici per le famiglie? Leggi i risultati