Carrello 0
NORMATIVA

Relazione geologica, quando è obbligatoria?

di Paola Mammarella

Il Consiglio di Stato spiega: dipende dal bando e dal tipo di interventi da svolgere

10/10/2018 – La mancanza della relazione geologica può causare l’esclusione dalla gara d’appalto solo se espressamente richiesta nel bando o se considerata necessaria per la tipologia dei lavori da svolgere. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato con la sentenza 5364/2018.
 

Relazione geologica, il caso

Nel caso preso in esame, una Regione, colpito negli anni passati da eventi alluvionali, aveva bandito una gara d’appalto per la realizzazione di lavori concernenti una cassa di espansione sul torrente.
 
Per la natura e la tipologia delle opere da realizzare, previste nel progetto definitivo, la Regione aveva predisposto una serie di elaborati progettuali, tra cui mancava la relazione geologica perché riteneva sufficiente la relazione geotecnica. Dopo l’espletamento delle procedure di gara aveva affidato i lavori ad un’impresa.
 
Un’altra società partecipante aveva però contestato i risultati, sostenendo che la relazione geologica fosse indispensabile.
 

Relazione geologica, CdS: l’obbligo dipende dal tipo dei lavori

Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso dell’impresa che non si era aggiudicata la gara spiegando che, in base ad un consolidato orientamento della giurisprudenza, l’obbligo di indicare un geologo tra i progettisti in sede di gara e di corredare l’offerta tecnica con la relazione geologica dipende dalla natura delle prestazioni affidate all’appaltatore.
 
La relazione geologica, hanno illustrato i giudici, è obbligatoria nel caso in cui i lavori da realizzare implichino una modificazione sostanziale delle previsioni progettuali formulate dalla stazione appaltante o se la relazione viene richiesta espressamente dal bando o dal disciplinare di gara.
 
Il Consiglio di Stato ha concluso spiegando che “in una cornice di compatibilità eurounitaria” bisogna salvaguardare l’esigenza di non introdurre obblighi documentali, sanzionati a pena di esclusione, in assenza di una specifica e univoca previsione nel bando.
 
Sulla base di questi motivi, il CdS ha confermato l’affidamento dei lavori all’impresa che non aveva presentato la relazione geologica.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui