Carrello 0
PROFESSIONE

Società di ingegneria nel mercato privato, via alle iscrizioni all’Anac

di Paola Mammarella

Definite le regole per entrare nell’elenco gestito dall’Anticorruzione. Si chiude il contenzioso con i professionisti tecnici

05/10/2018 – Diventa effettiva la presenza delle società di ingegneria nel mercato privato. L’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) ha istituito l’elenco delle società autorizzate a operare nel settore privato, mettendo anche a disposizione un manuale per il corretto inserimento di tutte le informazioni.
 

Società di ingegneria nel mercato privato, l’elenco Anac

Secondo la legge “Concorrenza” (L. 124/2017), per poter operare nel settore privato le società di ingegneria devono rispondere ad una serie di requisiti su cui l’Anac è chiamata a vigilare attraverso la creazione di un elenco pubblico.
 
L’iscrizione sul sito web Anac avviene in più passaggi. Nel primo step vengono richiesti alla società denominazione e forma giuridica; codice fiscale; sede legale; data dell’atto di costituzione; registro delle imprese dove la società è iscritta; data di iscrizione al registro; numero REA.
 
Nello step successivo è necessario autodichiarare che la società è costituita secondo le norme del codice civile e si impegna a stipulare un’assicurazione per la copertura dei rischi derivanti dalla responsabilità civile conseguente allo svolgimento delle attività oggetto dei contratti sottoscritti con i soggetti privati e che le stesse attività vengono svolte da professionisti iscritti negli appositi albi.
 
Nell’ultimo passaggio viene chiesto il consenso al trattamento dei propri dati personali per le finalità connesse all’iscrizione e al funzionamento dell’albo.
 

Società di ingegneria nel mercato privato, la normativa

La legge per la concorrenza ha riconosciuto alle società di ingegneria la possibilità di assumere commesse dai privati. La disciplina della Legge 266/1997, che ha consentito l’esercizio della professione in forma societaria, è stata estesa alle società di ingegneria costituite in forma di società di capitali o cooperative. In questo modo, da una parte il mercato privato si è aperto definitivamente alle società di ingegneria, dall’altro è stata affermata la validità dei contratti tra società di ingegneria e privati conclusi a decorrere dall’11 agosto 1997 (data di entrata in vigore della Legge 266/1997).
 
È però necessario il rispetto di alcune regole per operare con i privati. Le società di ingegneria devono stipulare una polizza assicurativa per la copertura dei rischi derivanti dalla responsabilità civile per gli eventuali danni causati ai clienti dai singoli soci professionisti nell’esercizio dell’attività professionale, indicare ai clienti i nominativi dei professionisti responsabili dei progetti e tutte le informazioni inerenti ai loro compensi.
 

Società di ingegneria nel mercato privato, le polemiche

La discussione della Legge sulla concorrenza è durata anni, durante i quali si sono susseguite polemiche e scontri tra i rappresentanti dei liberi professionisti e delle società di ingegneria.
 
La Rete delle Professioni Tecniche (RPT) più volte affermato di “rifiutarsi di vedere trasformata la propria opera intellettuale, riconosciuta ed apprezzata, in una semplice mansione da dipendenti, magari sottopagata”.
 
Sul versante opposto, l’Oice ha sempre considerato le polemiche un tentativo di strumentalizzazione dal momento che anche la Cassazione si è pronunciata a favore dell’apertura del mercato privato alle società di ingegneria.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa