Carrello 0
AMBIENTE

Case Cantoniere, che fine ha fatto il bando Anas?

di Rossella Calabrese

La situazione è stata illustrata dal Ministro delle infrastrutture e trasporti Toninelli

Vedi Aggiornamento del 26/11/2018
14/11/2018 - Che fine ha fatto il ‘Bando Case Cantoniere’, l’iniziativa dell’Anas per dare in concessione e trasformare 30 case cantoniere abbandonate in alberghi, ristoranti, bar e infopoint turistici?
 
Al momento solo per due di esse - quella di Fiames (Cortina d’Ampezzo) e quella di Dervio - è stato stipulato il contratto di concessione. Per la casa cantoniera di Fiames sono in corso le attività di progettazione esecutiva, propedeutiche alla pubblicazione di un bando di gara per i lavori di ristrutturazione, mentre per la casa cantoniera di Dervio è in corso l’iter autorizzativo per il cambio di destinazione d’uso, necessario per la sua trasformazione in una struttura turistico-ricettiva.
 
Lo ha detto il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, rispondendo all’interrogazione di tre Senatori che chiedevano quale fosse lo stato di avanzamento del progetto di riqualificazione delle case cantoniere, quante case cantoniere fossero effettivamente coinvolte nella riqualificazione e se i Ministri dei beni e delle attività culturali e delle Infrastrutture e Trasporti intendessero estendere il progetto ad altre case cantoniere.
 
Dopo più di due anni dal bando, dunque, solo per 2 case cantoniere su 30 si è avviato l’iter per la loro trasformazione; delle altre non si sa nulla.
 
Il progetto pilota - ha spiegato Toninelli - ha evidenziato la necessità di trovare uno strumento più efficace di quello offerto dalla Concessione di servizi, che non agevola il processo di valorizzazione di tali immobili.
 
Pertanto, ANAS, in collaborazione con l’Agenzia del Demanio, sta verificando la fattibilità di una diversa modalità per valorizzare il patrimonio storico e architettonico delle case cantoniere, che possa coinvolgere il maggior numero possibile di immobili, oltre quelli già individuati dal progetto pilota.
 
Inoltre, nell’ambito di tale attività, ANAS sta procedendo ad un’analisi del patrimonio immobiliare di proprietà di case cantoniere per individuare, tra quelle non più utili all’esercizio delle attività operative, le case potenzialmente adatte per essere trasformate in strutture turistico-ricettive.
 

Il Bando Case Cantoniere

Ricordiamo, come spiegato anche nell’interrogazione, che nel 2015 l’Anas ha promosso un progetto di riqualificazione di 30 delle 1.244 case cantoniere distribuite sul territorio nazionale, per destinarle al turismo sostenibile.
 
È stato messo a punto un progetto pilota di riqualificazione secondo cui ANAS avrebbe ristrutturato a proprie spese tali immobili, per poi affidarli in concessione a soggetti imprenditoriali in grado di offrire servizi di ricettività e di ristorazione, al fine di creare una rete di accoglienza diffusa sul territorio con caratteristiche di omogeneità sia in termini di customer experience sia di qualità dei servizi offerti.
 
Nel luglio 2016 è stato emanato il bando di gara, con scadenza al 15 novembre 2016. Da allora il sito ufficiale https://www.casecantoniere.it/ non è più stato aggiornato.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati