Carrello 0
NORMATIVA

Professionisti, pubblicate le prime bozze degli indici sintetici di affidabilità

di Paola Mammarella

Modelli e istruzioni definitivi in arrivo entro gennaio. Gli Isa saranno utilizzati nel 2019 per le dichiarazioni dei redditi 2018

20/11/2018 – L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le prime bozze dei modelli per l’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa), accompagnate dalle istruzioni per la compilazione.
 

Indici sintetici di affidabilità fiscale per i professionisti

I professionisti dovranno compilare i quadri A, B, C, E e G.
 
Nel quadro A vanno indicate le informazioni sul personale addetto all’attività, nel quadro B i dati relativi ai locali in cui l’attività viene esercitata. Se l’attività si svolge in più locali, bisognerà compilare un quadro B per ognuno di essi.
 
Il quadro C richiede gli “Elementi specifici dell’attività”, come l’ambito specifico di intervento dell’attività professionale.
 
Nel quadro E vanno inseriti i dati per la revisione, che non saranno utilizzati per l’applicazione dell’Isa, ma saranno utili per le successive evoluzioni dell’indice. Secondo la normativa, gli indici dovrebbero essere revisionati almeno ogni due anni per consentire la massima aderenza alle condizioni economiche del mercato.
 
Nel quadro G saranno infine inseriti i dati contabili.
 

Gli indici sintetici di affidabilità fiscale

Ricordiamo che gli indici sintetici di affidabilità fiscale sono stati introdotti dalla “Manovrina” (DL 50/2017 convertito nella Legge 96/2017) per sostituire gli studi di settore.
 
Successivamente, il Provvedimento 22 settembre 2017 e  il Provvedimento 7 maggio 2018 dell’Agenzia delle Entrate hanno definito le regole per i professionisti.
 
Gli Isa dovevano già essere in vigore, ma la Legge di Bilancio per il 2018 ha stabilito che saranno utilizzati a partire dalla dichiarazione dei redditi 2018, da effettuare nel 2019.
 
I modelli Isa 2019 e le relative istruzioni, ricorda l’Agenzia delle Entrate, dovranno essere approvati con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate entro il 31 gennaio 2019.
 

Indici sintetici di affidabilità fiscale, proposta l’abrogazione

Intanto con un emendamento al disegno di Legge di Bilancio per il 2018 è stata proposta l’abrogazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale e degli studi di settore.
 
Tutto ciò mentre l’Agenzia delle Entrate è al lavoro per la definizione del nuovo sistema. Nel caso in cui la proposta dovesse risultare ammissibile, c’è da chiedersi se verrà ideato un nuovo strumento per valutare l’affidabilità di professionisti e imprenditori o se, invece, sparirà ogni sistema di controllo.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati