Carrello 0
PROFESSIONE

Bandi di progettazione gratis, nuovo caso dalla Puglia

di Rossella Calabrese

Oice: ‘ai giovani progettisti 800 euro lordi a testa, poco più del reddito di cittadinanza’. Il bando è poi stato rettificato

Vedi Aggiornamento del 23/11/2018
16/11/2018 - A nulla sono valse le proteste, le promesse di non farlo più e le norme sull’equo compenso; i Comuni continuano a bandire gare di progettazione con corrispettivi ‘immateriali’.
 
L’ultimo in ordine di tempo è il Comune di Molfetta (Ba) che ha emesso il 12 novembre un avviso, con scadenza il 23 novembre, avente ad oggetto una indagine di mercato per acquisire manifestazioni di interesse, rivolta a giovani professionisti di età inferiore a 40 anni o con meno di 5 anni di iscrizione all'albo che dovranno collaborare con un professionista senior della stazione appaltante, già individuato; oggetto dell’attività è l’incarico di supporto per l’adeguamento del piano regolatore generale che comporterà anche la “redazione di elaborazioni specialistiche e di dettaglio” successivi alla effettuazione di indagini e rilievi cartografici dei luoghi.
 
“L’incarico - chiarisce il Comune - è da attribuirsi a titolo gratuito, in quanto il corrispettivo, prescindendo da una stretta utilità economica e spostandosi su leciti elementi immateriali inerenti il fatto stesso del divenire ed apparire esecutore della prestazione richiesta dall’Amministrazione, si concretizza come effetto di potenziale promozione esterna dell’affidatario, come conseguenza della comunicazione al pubblico dell’esecuzione della prestazione professionale”.
 
In ogni caso è “prevista la somma complessiva di €. 4.000,00 oltre oneri previdenziali e lva, se dovuti, da ripartirsi tra tutti i ‘giovani professionisti’ selezionati, a titolo di rimborso delle spese sostenute per l’espletamento dell’incarico”. Ne saranno selezionati da 3 a 5.
 

Oice: ‘basta incarichi gratuiti: i giovani professionisti vanno tutelati’

Contro il bando insorge l’Oice, l’Associazione delle società di ingegneria e architettura aderente a Confindustria. “Quanto abbiamo letto - dichiara il Presidente Gabriele Scicolone - è semplicemente scandaloso e in palese violazione del codice appalti”.
 
“Non è tanto il fatto che si riservi soltanto a giovani professionisti un incarico di supporto come questo, è tutta l’impostazione della procedura che non va. Invece di affidare un incarico a terzi, con gara, per la redazione del piano regolatore, si bypassa la procedura ordinaria facendo finta di internalizzare le attività attraverso un professionista senior ‘già individuato’ (come? con quale esperienza pregressa?) che, però, scarica a valle la maggior parte delle attività da svolgere a giovani professionisti che per 800 euro lordi a testa di rimborso spese (simpaticamente, poco più del ‘reddito di cittadinanza’), dopo avere svolto il loro incarico e consegnato al progettista senior quanto richiesto, avranno in premio la menzione speciale e l’onore di essere citati”.

“Tutto questo - afferma Oice - è semplicemente indecente oltreché in violazione del codice appalti che vieta gli incarichi gratuiti e la dice lunga su quanto poco interessino la qualità delle prestazioni e il rispetto di chi, giovane o meno, svolge attività professionale nel nostro Paese”.
 
Per l’Associazione delle società di ingegneria e architettura, il futuro è denso di preoccupazione: “Il Governo e il Parlamento - continua Scicolone - dovrebbero comprendere che l’esigenza non è quella di creare una Centrale di progettazione (contrarietà già espressa nei giorni scorsi) con una dotazione di 100 milioni che bloccherà lo sviluppo di un mercato come quello dei servizi di ingegneria raddoppiato negli ultimi due anni e mezzo, ma è quella di stanziare risorse per progettare affinché si paghi ciò che si chiede, rispettando non solo chi sta entrando in questo settore dopo avere fatto studi e sacrifici (i giovani professionisti), ma anche chi è già presente sul mercato a costo di altrettanti sacrifici in termini di innovazione e ricerca, districandosi fra balzelli inutili e dispersioni”.
 
E che non si parli, allora, di qualità dei progetti, di sicurezza delle infrastrutture e di digitalizzazione se ogni giorno si deve assistere a questo improprio dileggio del ruolo dei progettisti. Vogliamo rispetto per la nostra dignità di tecnici e organizzazioni che all’estero sono apprezzati e, purtroppo, in Italia sono derisi al limite dell’indecenza. Non possiamo accettare questo processo di estinzione dei progettisti!” - conclude Oice.

AGGIORNAMENTO - Nella giornata di oggi, l’Ordine degli Architetti di Bari e l’amministrazione comunale di Molfetta hanno raggiunto l’intesa per rettificare l’avviso pubblico: per l’adeguamento del Piano regolatore generale al Piano paesaggistico territoriale regionale sarà prevista la formazione di un gruppo di progettazione composto dai tecnici comunali, supportati da un professionista senior e da due giovani professionisti.
 
Sulla base dell’intesa, l’avviso pubblico sarà rettificato per cui ai giovani professionisti che avranno l’opportunità di entrare a far parte del gruppo di lavoro, incarico che andrà comunque ad arricchire il loro curriculum, verrà corrisposto un compenso forfettario superando la gratuità dell’incarico.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Filippo rossi

Dunque fatemi capire: i professionisti devono lavorare gratis perché questo incarico comparirà nel corro curriculum e darà loro lustro e pregio: magari non pane, ma non importa, potranno scrivere sulal lapide che sono morti di fame ma hanno collaborato alal stesura del piano comunale di molfetta. Se invece venissero pagati qualche migliaio di euro forse NON potrebbero scrivere nel Cv che hanno svolto questo lavoro? Ho capito bene? Se lavoro gratis l'incarico fa curriculum , ma se ho la pretesa di essere pagato l'incarico non può andare nel curriculum? Non potrò avvalermente per dimostrare la mia competenza e prendere altri incarichi? allora facciamolo fare al panettiene, questo lavoro, così avrà comunque pane da mangiare anche lavorando gratis per il comune...


x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati